Sali di epsom
(shutterstock.com/kazmulka)

I sali di Epsom, conosciuti anche come sale inglese, sono dei minerali naturali ricchi di proprietà. Scopriamo usi e controindicazioni.

Conosciuti anche con il nome di epsomite o sale inglese, i sali di Epsom sono dei minerali naturali composti da magnesio solfato eptaidrato. Si presentano sotto forma di piccoli cristalli dal sapore amarognolo completamente solubili in acqua e, grazie alle loro proprietà, sono adatti sia per usi esterni che interni. Il loro colore può variare dal bianco al verde, passando per il rosa. Molto utilizzati nel settore del beauty, sono efficaci per combattere ritenzione idrica e cellulite, ma sono utili anche per contrastare emicrania, mal di testa e stitichezza. Grazie al magnesio, che ha un effetto calmante sul sistema nervoso, i sali di Epsom sono l’ideale per ritrovare il benessere di corpo e mente, pertanto è indicato anche in presenza di crampi da attività sportiva. In casi di stitichezza, invece, i sali sono un ottimo rimedio per ristabilire la regolarità intestinale, disintossicare il fegato e depurare l’organismo. Assunto per via orale, il sale inglese riesce a trattenere una grande quantità d’acqua, rendendo le feci più morbide e favorendone l’evacuazione.

Per quanto riguarda il gonfiore e il dolore alle gambe, il solfato di magnesio, che viene assorbito dalla pelle durante un bagno ristoratore con i sali di Epsom, è davvero miracoloso. Se, invece, avete l’epidermide grassa, potete fare uno scrub viso esfoliante. Questo rimedio naturale, inoltre, è efficace anche per la pulizia del volto. Dulcis in fundo, il sale inglese è efficace anche contro i capelli grassi e la forfora perché è in grado di regolare la produzione di sebo.

Sali di epsom pediluvio
(shutterstock.com/tete_escape)

Sali di Epsom: usi e controindicazioni

Preparare uno scrub fai da te con i sali di Epsom è semplicissimo: vi basterà mescolare un cucchiaio di sale con il detergente viso che utilizzate quotidianamente. Massaggiate sulla pelle umida e sciacquate con abbondante acqua tiepida. La vostra epidermide sarà morbida e pulita. In alternativa, potete creare una maschera purificante. Mescolate un cucchiaio di sale con un albume d’uovo e un po’ d’acqua. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo, applicatelo sulla pelle asciutta e pulita e tenete in posa per 15 minuti. Trascorso questo tempo, sciacquate con abbondante acqua tiepida.

Se avete intenzione di combattere la cellulite ed eliminare i liquidi in eccesso, optate per i bendaggi con i sali di Epsom. Per la cura dei capelli, invece, mescolate un po’ di sale inglese allo shampoo che utilizzate solitamente. Vi basterà lasciarlo in posa per 10 minuti e poi risciacquate. Oltre a combattere la forfora e la cute grassa, otterrete una chioma molto più voluminosa. Infine, questo prezioso rimedio naturale è ideale anche per un bel pediluvio fai da te. Con due cucchiai aggiunti all’acqua tiepida, riuscirete a trattare i talloni secchi e screpolati, a sgonfiare le caviglie e a eliminare i cattivi odori.

Pur essendo un prodotto naturale molto efficace, i sali di Epsom presentano delle controindicazioni, soprattutto per quel che riguarda l’uso interno. Un impiego sbagliato o eccessivo, infatti, potrebbe creare effetti collaterali come problemi a livello dei reni. Pertanto, prima dell’utilizzo è consigliato chiedere il parere del medico.