donna specchio viso rosso
(Shutterstock.com)

Ci sono rimedi naturali contro la dermatite da contatto? Vediamo quelli più efficaci e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

Di tipo allergico o irritativo, la dermatite da contatto è parecchio fastidiosa perché provoca un arrossamento della pelle, spesso accompagnato da prurito e vescicole. Ovviamente, è ‘cosa buona e giusta’ prevenire la problematica, tenendosi alla larga dall’allergene o dalle sostanze irritanti (sia chimici che naturali) che scatenano la reazione del sistema immunitario. Inoltre, è consigliato evitare lavaggi frequenti e utilizzare detergenti aggressivi. Optate sempre per un prodotto delicato, alla camomilla o all’acqua di rose. Ricordate, poi, che è fondamentale resistere all’istinto di grattarsi e asciugare alla perfezione l’epidermide senza sfregarla.

Fortunatamente, sono tanti i rimedi naturali validi per combattere la dermatite da contatto. Il gel di aloe vera con qualche goccia di olio essenziale di lavanda oppure una pasta a base di acqua e ossido di zinco possono aiutare a lenire il rossore e il prurito. Ovviamente, devono essere prodotti puri, che non contengono né profumi e né tantomeno coloranti. Ottime sono anche le creme a base di ribes nero, un vero e proprio antistaminico naturale.

dermatite braccia
(Shutterstock.com)

Dermatite da contatto: rimedi naturali efficaci

Per combattere la dermatite da contatto sono efficaci anche i bagni con amido di riso. Non dovete fare altro che aggiungere qualche cucchiaio di polvere nella vasca o in una bacinella e mettere in ammollo la parte interessata per almeno 20 minuti. Volendo, potete preparare un unguento lenitivo fai da te dall’effetto strong. Avete bisogno di: 60 grammi di burro di karité, 25 grammi di amido di riso o di mais, 10 grammi di ossido di zinco, 20 gocce di olio essenziale di lavanda e 15 gocce di olio essenziale di camomilla.

Iniziate mettendo il burro di karité in una ciotola e ammorbiditelo con una spatola. In un altro recipiente, mescolate l’amido di riso o di mais con l’ossido di zinco e aggiungete l’olio essenziale di lavanda e quello di camomilla. A questo punto incorporate il burro e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Mettete il tutto in un contenitore di vetro con tappo ermetico e conservate a temperatura ambiente per massimo tre mesi. Utilizzate l’unguento lenitivo più volte al giorno direttamente sulla zona interessata, massaggiando fino al completo assorbimento.