donna letto prurito
(Shutterstock.com)

Cosa fare contro il prurito? Vediamo quali sono i rimedi naturali più efficaci e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

Il prurito è una problematica che può avere davvero tantissime cause: dalle dermatiti alle allergie, passando per le intolleranze alimentari, i problemi ai reni, alcuni tumori e la sudorazione eccessiva. Quasi sempre, insieme al pizzicore comprare il rossore della zona interessata. Talvolta, si possono manifestare piccole vescicole e formicolio. Senza ombra di dubbio, la prima cosa da fare è capire bene il fattore scatenante, così da agire proprio sulla causa. In ogni modo, anche se sembra difficile se non impossibile, è consigliato non grattarsi. Questa azione, in un primo momento di grande sollievo, non fa altro che provocare infiammazioni ed escoriazioni, che possono portare allo sviluppo di una brutta infezione.

A prescindere dall’origine del prurito, ci sono alcuni rimedi naturali efficaci che vale la pena provare. Gli impacchi freddi, gettonati ai tempi delle nonne, sono ancora un valido alleato. Il ghiaccio, infatti, è in grado di bloccare il prurito, anche se l’effetto è solo momentaneo. Se l’epidermide non è screpolata ed è priva di ferite, potete fare un impacco con aceto di mele e acqua, basta mescolarli in egual dose. Lasciate agire dieci minuti e poi sciacquate con abbondante acqua fredda. In alternativa, mescolate un po’ di bicarbonato di sodio con acqua e applicate direttamente sulla zona interessata. Questo composto è particolarmente indicato quando il prurito è scatenato da un fungo.

donna prurito collo
(shutterstock.com/namtipStudio)

Prurito: rimedi naturali efficaci

Un altro rimedio naturale efficace contro il prurito è l’avena colloidale, dalle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Non dovete fare altro che mescolare la farina ad un po’ d’acqua, in modo da creare un composto cremoso. A questo punto applicatene uno strato abbondante sulla pelle e lasciate in posa per una decina di minuti. Risciacquate con abbondante acqua fredda e ripetete l’operazione almeno 3 volte al giorno fino al primo miglioramento. Non dimenticate, infine, la calendula, dalle note proprietà calmanti. Potete utilizzarla sia sotto forma di infuso, anche da bere, che in pomata.

Oltre ai rimedi citati sopra, fino a quando la problematica non è risolta, è consigliato non utilizzare sulla pelle prodotti profumati, ricchi di additivi e schiumogeni, usare umidificatori in casa per evitare sbalzi di temperatura e umidità che possono seccare l’epidermide ed evitare di grattarsi, specialmente con le unghie. Inoltre, preferite il bagno alla doccia, con l’aggiunta di qualche cucchiaio di amido di riso all’acqua rigorosamente tiepida e ricordate di asciugarvi in modo scrupoloso, senza strofinare ma tamponando delicatamente la pelle. Infine, non indossate indumenti stretti e preferite quelli realizzati in cotone o fibre naturali.