Idrosadenite suppurativa
(Shutterstock.com)

Ci sono rimedi naturali per curare l’idrosadenite suppurativa? Scopriamo quelli più efficaci e rispolveriamo i consigli della nonna.

Chiamata anche acne inversa, l’idrosadenite suppurativa è una malattia cronica infiammatoria, che può essere recidiva e debilitante, anche se rara. Purtroppo è una patologia della pelle piuttosto seria, che compromette il normale svolgimento delle attività quotidiane. Come se non bastasse, ad oggi non esistono strumenti diagnostici appositi, dettaglio che spesso rallenta la diagnosi. Si tratta di una dermatosi cronica e ricorrente del follicolo pilifero e si manifesta con lesioni infiammate e molto dolorose. Le zone del corpo più colpite sono le regioni ascellare, inguinale, genitofemorale, glutea, perineale e intramammaria. Generalmente compare intorno ai 20 anni, ma può insorgere fino ai 50/55 anni, raramente più tardi.

E’ bene sottolineare che l’idrosadenite suppurativa non è infettiva, non è causata da scarsa igiene personale e non ha nulla a che fare con infezioni in corso. Il medico, dopo un’attenta valutazione delle lesioni, stabilirà se la malattia è al primo, secondo o terzo stadio. Anche se non si conoscono ancora bene le cause della patologia, sembra che questa possa essere collegata ad altre problematiche, come: sindrome metabolica, malattie infiammatorie intestinali come il morbo di Chron, malattia di Dowling-Degos, artrite reumatoide e obesità.

ascelle dermatite
(Shutterstock.com)

Idrosadenite suppurativa: rimedi naturali efficaci

Cisti infiammatorie, noduli e ascessi con conseguente bruciore, dolore, formicolio e pulsazioni: queste, a grandi linee, sono le problematiche contro cui devono combattere coloro che sono affetti da idrosadenite suppurativa. E’ bene sottolineare che la cura, che può essere prescritta solo da uno specialista, cambia in base al grado della malattia: si va dalle semplici pomate alla chirurgia, passando per il laser. Pertanto, la prima cosa da fare è parlare con il medico, che vi indirizzerà da un dermatologo. Ricordate che la diagnosi precoce, anche se difficile, è fondamentale.

Per quanto riguarda i rimedi naturali, per contrastare la patologia è importantissimo fare attenzione all’alimentazione, evitando cibi che possano aumentare l’infiammazione. Sono vietati: grassi idrogenati e trans, fritti, alimenti confezionati e da fast food, carne (in particolare rossa), zucchero, bibite gassate, cioccolata, dolci e merendine, sale raffinato, additivi alimentari, latticini, glutine e bevande alcoliche. Inoltre, utilizzate solo saponi antisettici, fate impacchi caldi e umidi sulle zone interessate, usate abiti larghi, comodi e di fibre naturali e badate bene a non prendere peso. Infine, abbandonate il vizio del fumo e dite addio al deodorante.