Capri e i suoi Faraglioni (Shutterstock.com)

Dopo Procida, anche l’isola azzurra completa la vaccinazione della popolazione residente. De Luca: «Ora toccherà ad Ischia e Sorrento»

Dopo Procida, la prima isola italiana ad aver completato la vaccinazione contro il Covid-19 della popolazione residente, anche Capri può finalmente dirsi “Covid free”. L’annuncio è arrivato ieri, direttamente dal governatore della Campania Vincenzo De Luca, che per l’occasione ha istituito il “Capri Covid free day”. Un bagno di folla ha accolto il presidente della Regione in Piazzetta, dove lo aspettavano anche i sindaci di Capri Marino Lembo e di Anacapri Alessandro Scoppa, che hanno espresso la loro riconoscenza per l’impegno profuso e per il lavoro svolto dall’Asl Napoli 1 e da tutti coloro che si sono mobilitati, affinché si raggiungesse in poco tempo l’obiettivo di vaccinazione di massa che all’inizio sembrava invece lontano.

De Luca: «Ora toccherà a Ischia e Sorrento»

«Questa è una giornata di festa e di grande soddisfazione per tutti noi – ha detto il presidente De Luca -. Dobbiamo però continuare a rispettare le regole, perché il Covid non è scomparso. Dobbiamo essere prudenti se vogliamo tornare alla vita». De Luca ha poi annunciato che tra due settimane toccherà ad Ischia immunizzarsi, mentre già da domani si comincerà a vaccinare nella penisola sorrentina fino al Cilento, in modo da essere pronti ad accogliere i turisti in sicurezza. «Questa è una giornata di grande valore simbolico – ha continuato il governatore della Campania -. Capri è un brand mondiale, Capri è il turismo dell’Italia nel mondo e dunque, parte da Capri, per il mondo intero, un messaggio di bellezza e di serenità. Un messaggio per le isole e per la Campania, ma un messaggio che vale per Venezia, per Firenze, per Milano e per Roma e per Taormina».