Place du Bourg-de-Four, Ginevra (Shutterstock.com)

LifeGate ci mostra il lato sostenibile della città bella svizzera, laddove a tagliare l’erba nei parchi ci pensano le pecore

Ginevra, definita la “metropoli più piccola del mondo”, immersa tra le vicine cime alpine e le colline del Giura, si trova nell’insenatura in cui il Rodano lascia il Lago Lemano. Grazie alla sua politica ambientale, Ginevra è l’ideale per una vacanza all’insegna della sostenibilità. A tal proposito la testata giornalistica LifeGate ha stilato una lista di luoghi e attrattive da non perdere se si decide di trascorrere anche solo un weekend in questa splendida città: centro storico e dintorni.

Il centro storico

Esplorato anche il centro storico con la Cattedrale di St-Pierre, l’antica Place du Bourg-de-Four e la Grand-Rue, dove nacque Jean-Jacques Rousseau, si può cenare da Vroom, un nuovo ristorante che incoraggia l’inclusione di persone non udenti che formano il personale del locale. Nella zona a destra del lago invece, il nuovo Refettorio fornisce pasti essenziali alle persone disagiate.

Carouge e Mont Salève

Da visitare anche i dintorni della città. Un tour in e-bike consente di muoversi in libertà tra i vigneti di Ginevra abbinando l’attività sportiva alla degustazione di vini. Un’esperienza che si può fare a Carouge, cittadina costruita da Vittorio Amedeo III di Savoia nel XVIII secolo. Dal 2018 Carouge punta a diventare la prima città svizzera a rifiuti zero. A Veyrier invece, si può salire al Mont Salève per completare la scoperta di Ginevra con una vista panoramica sulla piccola metropoli.

Carouge (Shutterstock.com)

Leggi anche:

Weekend sostenibile a Ginevra, l’altro volto della città
Weekend sostenibile a Ginevra: il lago e il verde