Vitamina B5
(Shutterstock.com)

La vitamina B5 é fondamentale per la salute dei capelli e della pelle. Dove possiamo trovarla? Quali sono i sintomi di carenza? Scopriamolo

La vitamina B5 o acido pantotenico è una vitamina idrosolubile, che non può essere accumulata dall’organismo, ma deve essere assunta tramite l’alimentazione, in maniera costante.

A cosa serve?

Ha molte funzioni. Essa infatti gioca un ruolo fondamentale nella formazione degli ormoni steroidei, dei neurotrasmettitori e della vitamina D. É molto importante per la salute di capelli, perché prende parte alla rigenerazione del bulbo, rallentando anche la crescita dei capelli bianchi. La B5 è coinvolta anche nel mantenimento della salute della pelle, perché in grado di prevenirne l’invecchiamento e la comparsa delle rughe. Ma non è tutto, perché questa vitamina, oltre a contribuire al corretto funzionamento di molti processi mentali, è anche fondamentale per il metabolismo di proteine, grassi e carboidrati.

In quali alimenti è presente?

La B5 è una vitamina presente sia in alimenti di origine vegetale che animale. In particolare si può trovare nei vegetali verdi, nei legumi, nei cereali integrali, nelle noci, nel tuorlo d’uovo, nel fegato, nelle frattaglie e nei funghi.

Carenza ed eccesso

I sintomi di una carenza sono, ad oggi, ancora poco noti. Spesso infatti si accompagna ad altre mancanze, dovute ad un’alimentazione non corretta. In linea generale, si sono osservati disturbi come affaticamento, irritabilità, scarsa sensibilità e formicolio alle mani e ai piedi. In alcuni casi, una carenza indotta in maniera sperimentale ha causato anche vomito, dolori addominali e insonnia. Spesso si associa uno scarso apporto di vitamina B5 alla comparsa dell’acne, un disturbo molto diffuso tra i giovani. Ciò potrebbe avere una correlazione, vista la tipologia di alimentazione tipica di molti adolescenti, fatta spesso di snack e cibi fast food, tutti poco ricchi di questa vitamina.

La B5 è solitamente non tossica, per questo non si registrano particolari effetti dovuti ad una sua assunzione eccessiva. Solo eccezionalmente, un sovradosaggio può provocare diarrea.

Per eventuali dubbi è sempre bene contattare uno specialista, in grado di offrire tutto l’aiuto necessario, sulla base delle esigenze personali di ognuno.

LEGGI ANCHE:

L’importanza delle vitamine nell’alimentazione
Vitamina A: proprietà e rimedi in caso di carenza
Vitamine del gruppo B: proprietà e dove trovarle
Vitamina B1: proprietà e sintomi di carenza
Vitamina B2: proprietà e sintomi di carenza
Vitamina B3: proprietà e sintomi di carenza