parole 2021

Le parole e i fatti del 2021, che hanno segnato un anno di costume e troveremo anche nel 2022. Dai viaggi su Marte al Bla Bla Bla di Greta

Le parole del 2021, le parole del costume, quelle nuove, come le parole straniere entrate nell’uso comune o i termini nati sul web. Quali sono le parole diventate famose nel 2021 e che porteremo con noi nel nuovo anno? Bene, per scoprirlo dobbiamo fare un piccolo viaggio nel tempo e tornare a febbraio 2021 per incontrare la prima parola, una frase a dire il vero, che prima d’allora non aveva mai goduto dello stesso status di concretezza. Ecco la prima parola del 2021, Marte.

Viaggi su Marte, si può vivere sul Pianeta Rosso?

Se prima questa domanda portava con sé l’eco di mondo futuri, troppo lontani, adesso le cose sono cambiate. Su Marte c’è traffico, sonde americane, europee e indiane orbitano attorno al pianeta rosso, e a febbraio 2021, precisamente il 18 alle 21:55 (ora dell’Europa Centrale) il rover Perseverance della Nasa atterrava nel cratere Jezero dando inizio all’operazione sulla superficie del pianeta che terminerà nel 2031 quando i campioni raccolti da Perseverance torneranno sulla terra. Precisamente atterreranno nello Utah, dopo il primo lancio partito da un altro pianeta, ultimo atto della missione Sample Return.

parole 2021

Prenotare un viaggio su Marte

Per prenotare invece un viaggio per andare a vivere su Marte il pianeta del sistema solare più simile alla Terra, dovete chiedere a Elon Musk, che durante la premiazione all’Alex Spriger Award (il premio creato dall’editore di Die Welt e Business Insider vinto anche da Zuckerberg e Bezos) ha affermato che SpaceX riuscirà entro il 2026 ha dare inizio alle operazioni di terraformazione della superficie marziana.

Il team di SpaceX

Forse il 2026 è una data troppo vicina e ambiziosa ma, intanto, ha compiuto il primo lancio con astronauti non professionisti selezionati tramite un concorso tra cui la più giovane americana, assistente medico nella vita e medico di bordo nella missione, ad andare nello spazio, Hayley Arceneaux, che è anche la prima persona ad andare nello spazio con una protesi, la Arceneaux ne ha infatti una al ginocchio a causa di un tumore alle ossa.

Le parole e i fatti del 2021, che hanno segnato un anno di costume e troveremo anche nel 2022. Dai viaggi su Marte al Bla Bla Bla di Greta

Non c’è un pianeta B, non c’è un pianeta bla…bla bla bla

Bla bla bla, tre paroline onomatopeiche che possono scatenare un finimondo se dette nella maniera giusta. E Greta Thumberg quando le ha pronunciate ne era consapevole per mandare a tutti un messaggio chiaro, la transizione ecologica, il raggiungimento di carbon-zero, della neutralità energetica, si può avverare solo se si passa dalle parole ai fatti. A volte bastano veramente poche parole, ma dette nella maniera giusta, l’exploit di Greta non verrà dimenticato troppo in fretta.

Cop26 è finita, l’accordo delude gli ecologisti

È ancora in corso la Cop26. Il fischio finale ha già risuonato ma i partecipanti non hanno ancora lasciato Glasgow. Il perché risiede nel fatto che manca ancora un’intesa definitiva tra i 200 paesi partecipanti alla Cop26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

Cop 26, atteso l’accordo finale

Al centro della questione che rallenta la chiusura del summit mondiale, attesa in serata, una domanda spinosa: come dividere le spese per la transizione ecologia? In poche parole chi deve pagarla? Come aiutare i paesi in via di sviluppo a non usare fonti di energia fossili? Gli stati devono bloccare i finanziamenti verso l’energia a carbone? La cop26 non finirà tanto in fretta e si parlerà ancora di Cina, Usa, India e accordi sulle emissioni nel 2022 e sempre di più in futuro.

parole 2021

Cop26, ecco come è finita

Proprio nelle ultime ore si è conclusa la Cop26 in Scozia, l’India è riuscita a ottenere all’ultimo secondo un accordo sul carbone. Puntando i piedi per modificare nel contratto “phase-out”, ovvero “eliminazione graduale” del carbone, con la frase “phase-down”, cioè “riduzione graduale”.

Dehor

“Massi andiamo fuori a cena! Hai il green pass? Come, hai il telefono spento? E allora ci sediamo fuori. Ma sai che una mia amica se l’è fatto stampare sopra un cubetto di plastica che usa come portachiavi! Tac e vai di QR code. Ma tanto c’è posto fuori e poi fa ancora caldo” (a proposito di negazionismo climatico). Scusate la “licenza poetica” ma dehor è proprio una parola del 2021 e per presentarla cosa c’è meglio di un po’ di sano umorismo? D’altronde il dehor è questo, riprendersi la città, riprendersi le vie, più dehor e meno macchine.

La concessione per i tavoli

Sì di mangiare fuori si parla ancora, anche se siamo quasi a dicembre, la ragione? Forse perché la licenza per mettere i tavoli all’aperto sta scadendo, La gratuità e le concessioni temporanee finiranno infatti il 31 dicembreE penso che tutti siano d’accordo nella speranza di ritrovare i tavoli all’aperto durante la primavera del 2022, prorogare la licenza e diminuire i costi per l’occupazione di suolo pubblico.

Massive meme

Meme di massa, a marzo 2021 tutti hanno seguito per circa un mese, la bizzarra vicenda di una delle più gradi porta container al mondo la Ever Given. La nave è balzata agli onori delle cronache il 23 marzo 2021, quando si è incagliata nel Canale di Suez, rendendo il tratto impraticabile e creando così ritardi nell’economia mondiale, fino al 30 marzo seguente. Per un mese i meme sulla EverGreen hanno bombardato la rete creando uno dei più grandi fenomeni di meme di massa fino a quando la gigantesca nave non è stata disincagliata dal Canale di Suez.

parole 2021

Cosa vuol dire Cringe?

Postare adesso un meme con l’immagine della evergreen forse sarebbe un po’ cringe? Ecco una parola che zitta zitta entra a pieno titolo nel 2022, soprattutto perché in molti ancora non ne conoscono il significato che, in soldoni, equivale a postare su internet un contenuto imbarazzante, un contenuto che mette tutti gli altri in imbarazzo. Se volete avere una piena idea di quello che significa, potete guardare The Office su Netflix, praticamente tutto quello che fa il capo dell’ufficio, il mitico Michael Scott impersonato da Steve Carell, è decisamente cringe e mette in grande imbarazzo tutti i suoi dipendenti che sanno però sempre come cavarsela.

parole 2021
(Netflix)

Realtà virtuale meta

A rendere il 2021 ancora più futuribile ci pensa Facebook, la quinta delle parole del 2021, quelle che hanno lasciato un segno e che continueremo a sentire nel 2022. Sto parlando del metaverso di Mark Zuckerberg che progetta di cambiare il social network, da un po’ di anni in perdita degli utenti più giovani, per creare una nuova piattaforma da usare tramite i visori per la realtà virtuale. L’obiettivo di Facebook è prima di tutto creare una nuova infrastruttura digitale per lo smartworking. Con sfondi e avatar personalizzati per riunirsi in stanze virtuali.

Dinosauri e aperizoom

Immaginate potrete essere ad esempio un dinosauro su una spiaggia caraibica, mentre fate l’ultima presentazione ai vostri colleghi e al vostro capo o trovarvi con gli amici per un evoluzione virtuale dell’aperizoom. Eh si, il tempo corre e la digitalizzazione dell nostre vite è sempre più simile a un videogame, chissà cosa ci aspetta nel 2022, magari la seconda stagione di Squid Game dove protagonisti sono i Bit Coin e le criptovalute? A proposito sapete che cos’è un miners? E avete sentito che il sindaco di New York ha deciso di prendere i primi tre stipendi in moneta digitale? Ecco un altra parola che nel 2022 sentiremo spesso.