Livigno, Sondrio (Shutterstock.com)

Riciclo della neve e bus gratuiti nella cittadina lombarda definita il piccolo Tibet d’Italia che da tempo investe nell’ecologia

Dal Trentino alla Valle d’Aosta, sono diverse le località montane in Italia che rispettano l’ambiente, offrendo ai turisti la possibilità di trascorrere una vacanza sostenibile anche in alta quota. Sono sette le località italiane più green, secondo il Corriere della sera: Livigno in Lombardia; la Val di Sole all’interno del Parco nazionale dello Stelvio; Moso in Trentino Alto Adige; San Martino di Castrozza sempre in Trentino; Carezza, piccolo comprensorio della Val d’Ega; Bressanone in Alto Adige e Courmayeur in Valle d’Aosta.

Livigno

A Livigno, definito il piccolo Tibet d’Italia, che si trova a 1816 m, la neve viene riciclata. I soffici fiocchi vengono raccolti in cumuli ricoperti da segatura e teli geotermici a due passi dalle piste per essere poi stoccati e riutilizzati l’anno successivo. Si tratta dell’innovativa tecnica Snowfarm, che permette di risparmiare sui cannoni sparaneve.

Livigno ha deciso di investire nell’ecologia, provvedendo anche all’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici e la creazione di una capillare rete di bus gratuiti, che permettono così di ridurre l’uso dell’auto per spostarsi. Le tappe irrinunciabili a Livigno sono la Latteria, dove è possibile gustare e acquistare yogurt, gelati e formaggi a km zero, e l’Aquagranda Active You, un impianto dedicato al divertimento acquatico per famiglie (con scivoli e piscine-giochi), sportivi (con piscina 25 m e palestra), e chiunque voglia rilassarsi in sauna e vasche idromassaggio dopo l’attività. Il centro è a impatto zero, grazie ai pannelli solari, alla caldaia a gas naturale e alle misure anti-plastica usa e getta.

Ase si decide di trascorrere una vacanza qui, vale la pena prenotare un’escursione al Livigno outdoor centre. Le guide alpine conducono con le ciaspole nella selvaggia Val Salient, dove armati di potenti binocoli si avvistano molti animali tra stambecchi, camosci e uccelli di diverse specie. Se si vogliono gustare le specialità locali in una fiabesca baita nel bosco, il Corriere della sera raccomanda il ristorante “La Calcheira” o l’agriturismo “La Tresenda”, dove è possibile anche fare camminate nella natura accompagnati da lama e alpaca.

LEGGI ANCHE:

Vacanze sostenibili in montagna, ecco le 7 mete più green d’Italia