(shutterstock.com)

A Timisoara nasce il primo ponte fatto in bottiglie di plastica collegate con cavi

L’associazione ambientalista EcoStuff Romania ha posto un’iniziativa di sensibilizzazione in merito alle intollerabili tonnellate di plastica nei fiumi e neri mari. Il progetto è quanto mai singolare: creare un ponte fatto di bottiglie di plastica.

Il ponte

Con 500 volontari che hanno raccolto in 2 giorni 157mila bottiglie, è stato possibile realizzare un ponte lungo 23 m, fatto interamente di plastica riciclata. La struttura che può reggere più di 200 persone, si trova a Timisoara, e ha una forma circolare dotata di scale, ringhiere e di un sistema di illuminazione continuo. A dire il vero questo non è il primo ponte in plastica al mondo, ma il primo composto totalmente da bottiglie legate con cavi.

Rivali

L’unico rivale in termini di grandezza del ponte di Timisoara è l’Onion Ditch Bridge che si trova a Logan County, in Ohio. Si tratta di una struttura lunga 24,6 m costruita con materiali derivanti per l’80% da plastica riciclata da bottiglie di detersivi e prodotti per l’igiene, e per il 20% da paraurti e cruscotti di vecchie auto. La commissione dei Guiness attualmente non sa a chi aggiudicare il primato. «Stiamo cercando di battere il record del mondo per aumentare la consapevolezza sulle enormi quantità di rifiuti scaricati ogni giorno nei fiumi e negli oceani di tutto il mondo» ha spiegato il presidente di EcoStuff Romania Radu Rusu.