Chioggia, Veneto (Shutterstock.com)

Nell’annuale lista stilata dal quotidiano newyorkese la città lagunare veneta fondata da Clodio si piazza al primo posto

Ci sono anche tre località italiane tra le mete indicate dal New York Times nella sua annuale lista “52 places list 2022“, composta da 52 destinazioni, una per ogni settimana dell’anno. Il quotidiano newyorkese quest’anno ha scelto le destinazioni che raccontano il mondo che cambia, ossia “52 Places for a Changed World“, scegliendo quei posti che rispondono al nuovo desiderio di scoprire il mondo rispettandolo, che puntano tutto su un basso impatto ambientale. Al primo posto della lista si piazza Chioggia, chiamata anche la “piccola Venezia”, che secondo quanto sottolineato dal quotidiano statunitense, rappresenta «una deliziosa alternativa per i viaggiatori alla ricerca di una destinazione meno conosciuta».

Chioggia

Le origini di Chioggia coincidono con il secondo millennio avanti Cristo. Secondo il mito, il borgo sarebbe stato fondato da Clodio, compagno di viaggio di Enea. Grazie alla sua posizione strategica, Chioggia fu centro di una rete di comunicazione fluviale e di scambi commerciali, come quello del sale, qui prodotto. La città ha mantenuto l’autentica dimensione marittima che la contraddistingue, ma allo stesso tempo è una zona ideale per gite in bicicletta, anche per esplorare il territorio circostante. Fuori dal centro storico, tra i campi di radicchio e di asparagi, è possibile pedalare su sterrati, fino al mare.

Il pesce di laguna è il padrone indiscusso della tavola nella tradizione culinaria veneziana. Mentre i pescherecci che lavorano al largo di Chioggia arricchiscono il mercato del miglior pesce dell’Adriatico. La cittadina lagunare è nota anche per il suo radicchio rosso. Chioggia è adatta ad un turismo balneare autentico, per famiglie non in cerca di sofisticazioni, ma di uno stretto contatto con la natura.

Leggi anche:

Turismo sostenibile, ecco le 52 mete scelte dal New York Times