Garden of the Gods (Shutterstock.com)

Ecobnb ha scelto le località che maggiormente si prestano all’ecoturismo, offrendo una miriade di meraviglie naturali da scoprire

Viaggiare responsabilmente significa salvaguardare l’ambiente, l’ecosistema e la biodiversità, contribuire allo sviluppo equo dell’economia locale e agire nel rispetto per la comunità ospitante. Ormai quasi ovunque si pratica l’ecoturismo e l’America non è esente da questa buona pratica, offrendo molte destinazioni eco-friendly, con itinerari lenti e alloggi sempre più ecologici.

Ecobnb, la community dedicata al turismo sostenibile, ha selezionato le 5 destinazioni degli Stati Uniti che più si prestano a questo tipo di viaggi, offrendo ai turisti responsabili una miriade di meraviglie naturali da scoprire. Queste destinazioni, che scopriremo a mano a mano, hanno scelto di utilizzare energie rinnovabili, eliminare la plastica o mettere in atto delle misure ambientali per prevenire il riscaldamento globale.

Colorado

Lo Stato del Colorado si contraddistingue per la tutela dell’ambiente e per l’impegno sostenibile. Viaggiatori da tutto il paese scelgono il Colorado come destinazione top-ranked per la protezione e la tutela delle sue risorse naturali. Molte agenzie di viaggio si concentrano sulla valorizzazione delle bellezze naturali e offrono esperienze sostenibili per esplorare il fantastico paesaggio.

Qui è possibile fare escursioni a piedi o partire in bici alla scoperta del Rocky Mountain National Park, mentre fare rafting nei fiumi del canyon è una delle migliori attività per l’avventura, in quanto permette di esplorare un paesaggio riservato accessibile solo con l’acqua. Il Garden of the Gods è un’altra famosa destinazione per scoprire le incredibili formazioni rocciose in arenaria. Non bisogna poi dimenticare di scoprire la cultura indigena locale e apprendere le loro nozioni per una vita armoniosa.

Cosa vedere

Il Colorado stupisce per le sue tante meraviglie naturali che vale la pena visitare a cominciare dal Garden of the Gods, caratterizzato da imponenti torri di roccia rossa che si ergono fra la vegetazione uniforme. Nel Giardino degli Dei però, non si trovano solo bei panorami e rocce dalla forma improbabile, ma anche una serie di antiche incisioni rupestri che attestano l’attività delle antiche popolazioni della regione. Il parco vanta ben 19 formazioni rocciose che possono essere esplorate da soli o con una guida.

C’è poi il Great Sand Dunes National Park, che vanta quasi 80 km quadrati di imponenti dune sabbiose (arrivano anche oltre i 200 metri di altezza) incorniciate da uno sfondo memorabile, quello delle maestose cime (oltre 4000 metri) dei monti Sangre de Cristo e San Juan. Il parco offre numerosi sentieri per fare escursioni ma l’attività che non bisogna farsi sfuggire è il sandboarding, che consiste nel fare scivoloni con una tavola sopra le dune, che può essere noleggiata all’entrata del parco.

Da visitare anche il Colorado National Monument con la sua roccia rossa. Per goderselo appieno si può percorrere la Historic Rim Rock Drive, una delle strade panoramiche degli Stati Uniti. Il percorso è lungo 23 miglia ed è un meraviglioso susseguirsi di panorami costituiti da innumerevoli canyon di roccia rossa intervallati da una vegetazione ricca di ginepri.

Il Black Canyon of the Gunnison impressiona per la sua vertiginosa profondità. Si tratta del canyon più angusto e ripido degli States, le cui imponenti pareti rocciose sono state scavate dall’azione erosiva di milioni di anni del fiume Gunnison. Entrambi i versanti del canyon (South e North Rim) sono costeggiati da splendide strade panoramiche costellate di osservatori per ammirare la voragine da vicino. Il lato che offre le vedute più impressionanti sul canyon è quello nord, e in particolare vi vale la pena fermarsi nei seguenti overlook: Chasm View, Narrows View e Kneeling Camel View.

Il Parco di Mesa Verde costituisce la più rilevante testimonianza della cultura ancestrale dei pueblo, un’antica tribù che fondò i propri villaggi rupestri all’interno di nicchie rocciose (i cliff dwellings). Per visitare i villaggi rupestri bisogna avvalersi della guida dei ranger, mentre altre zone sono esplorabili liberamente.

Il Rocky Mountains National Park è un’altra meraviglia da non perdere: oltre 1000 kmq di cime innevate, laghi di montagna e distese di fiori selvatici. Si tratta di uno dei parchi più visitati degli States. Se si vuole ammirare le meraviglie del parco dall’auto, si può percorrere la Trail Ridge Road, la strada asfaltata più alta d’America: punti panoramici quali Forest Canyon, Fairview Curve, Alpin Visitor Center, Gore Range e Lava Cliff regalano splendide vedute sulle montagne.

Nel bel mezzo di una bellissima spianata naturale, su una conformazione di roccia rossa sporgente, sorge uno degli anfiteatri più spettacolari del mondo, il Red Rocks Amphitheatre. Il famoso anfiteatro è inserito all’interno del parco Red Rocks, dove ci sono numerosi sentieri escursionistici, il più conosciuto è quello che porta al Geologic Overlook.

Il Paint Mines Interpretive Park è un’area protetta costellata di pinnacoli rocciosi dalle forme più fantasiose e dalle colorazioni più varie, che cambiano continuamente in base alla luce del giorno. Queste bizzarre formazioni rocciose sono fatte di argilla e sabbia e per lungo tempo gli indiani nativi se ne sono serviti per la realizzazione di manufatti e per decorare il proprio corpo per scopi bellici.

Nel Canyons of the Ancients si può venire a contatto con la cultura ancestrale del popolo degli Anasazi. Al tempo stesso, nel sito si possono ammirare anche una serie di altipiani, conformazioni rocciose e canyon che lo rendono molto interessante anche dal punto di vista naturale. I siti archeologici più visitati sono Lowry Pueblo, Painted Hand Pueblo e Sand Canyon Pueblo.

Vicino a Grand Junction, a nordovest del Colorado National Monument, si trova un’altra perla sconosciuta e degna di nota, la McInnis Canyons National Conservation Area, che include la regione Black Ridge Canyons Wilderness, l’area con la seconda più alta concentrazione di archi naturali in Usa dopo Arches National Park e numerosi fossili, pittogrammi e petroglifi riportati alla luce dagli scavi archeologici.

Leggi anche:

Turismo sostenibile negli Stati Uniti, ecco le 5 migliori destinazioni
Turismo sostenibile negli Stati Uniti: Alaska
Turismo sostenibile negli Stati Uniti: Hawaii
Turismo sostenibile negli Stati Uniti: Oregon
Turismo sostenibile negli Stati Uniti: California