Sequoia National Park (Shutterstock.com)

Ecobnb ha scelto le località che maggiormente si prestano all’ecoturismo, offrendo una miriade di meraviglie naturali da scoprire

Viaggiare responsabilmente significa salvaguardare l’ambiente, l’ecosistema e la biodiversità, contribuire allo sviluppo equo dell’economia locale e agire nel rispetto per la comunità ospitante. Ormai quasi ovunque si pratica l’ecoturismo e l’America non è esente da questa buona pratica, offrendo molte destinazioni eco-friendly, con itinerari lenti e alloggi sempre più ecologici.

Ecobnb, la community dedicata al turismo sostenibile, ha selezionato le 5 destinazioni degli Stati Uniti che più si prestano a questo tipo di viaggi, offrendo ai turisti responsabili una miriade di meraviglie naturali da scoprire. Queste destinazioni, che scopriremo a mano a mano, hanno scelto di utilizzare energie rinnovabili, eliminare la plastica o mettere in atto delle misure ambientali per prevenire il riscaldamento globale.

California

I viaggi “verdi” sono radicati nella cultura californiana. L’organizzazione locale per il turismo sostenibile sta infatti lavorando per sviluppare delle esperienze che siano economicamente accessibili, ecologiche e interessanti a livello culturale, al fine di creare un ambiente sostenibile da vivere e da visitare per abitanti e viaggiatori. Una comunità che colpisce per il suo rispetto per l’ambiente circostante è Half Moon Bay. In quest’area è molto facile trovare offerte di alloggi ecologici. Un’altra gemma da scoprire è lo Yosemite National Park. Con la sua natura e le sue valli spettacolari, questo paesaggio offre circa 3000 km quadrati di panorami montani mozzafiato. A seconda della stagione, i visitatori possono praticare equitazione o sport invernali. Organizzare un soggiorno eco-friendly in California è abbastanza semplice, visto che molti degli hotel e delle agenzie turistiche sono focalizzate sulla sostenibilità.

Cosa vedere

Sono parecchi i posti da visitare in California e scegliere è davvero difficile. Certo è che per chi ama le stranezze naturali e i panorami dove l’orizzonte si estende a perdita d’occhio, la Death Valley è il parco nazionale da non perdere. Un parco da attraversare tutto in macchina in pieno stile on the road, con fermate strategiche lungo il percorso.

Non può poi mancare una visita al celebre ponte rosso di San Francisco, il Golden Gate Bridge. Affacciata sull’omonima baia, San Francisco è indubbiamente la cittadina che esercita il maggior fascino sui viaggiatori: le varie colline, i continui saliscendi, gli storici tram cable cars, la tortuosa strada fiorita di Lombard Street, i quartieri caratteristici, la vivacità culturale e le raffinate architetture vittoriane sono un’attrazione da non perdere. Inoltre, San Francisco grazie a una posizione privilegiata, rappresenta un’ottima base per facili escursioni nei dintorni, come la foresta di grandi sequoie di Muir Woods, l’elegante Sausalito, ribattezzata Portofino della California, la zona vinicola di Napa e Sonoma o la Monterey Peninsula.

C’è poi lo Universal Studios a Los Angeles. Qui ci sono giostre, ricostruzioni scenografiche, spettacoli, proiezioni 4D e tour vari all’insegna dei film più famosi di Hollywood. Indimenticabile sarà il tour guidato all’interno dei set cinematografici, che permette di entrare dentro scene vere e proprie con tanto di effetti scenici e colpi a sorpresa. Di recente è stata aggiunta anche The Wizarding World of Harry Potter, con 2 attrazioni dedicate alla saga del mago di Hogwarts, oltre a spettacoli, negozi e ristoranti a tema. 

La California è uno degli Stati che più si prestano a un viaggio on the road, ma fra tutte le sue strade scenografiche, quella che non si può fare a meno di percorrere e la Highway 1, la strada panoramica a picco sull’Oceano Pacifico che fra scogliere e ponti sospesi sul mare regala angoli e panorami mozzafiato. Questa strada corre lungo quasi tutta la costa della California (da San Diego fino a nord di San Francisco), ma il tratto più affascinante è senza dubbio quello corrispondente alla zona del Big Sur, dove si trova il famoso ponte Bixby Bridge. Nella stessa zona si trova anche la Pfeiffer Beach, famosa per la sua sabbia color violetto e i tipici faraglioni.

Un’altra tappa obbligata è il parco di Yosemite, dove imponenti monoliti rocciosi, cascate roboanti, sequoie giganti, splendenti laghi alpini, vallate lussureggianti e strade scenografiche formano un panorama a cui è difficile restare insensibili. Se si è affascinati dal vecchio west, una tappa da fare è quella a Bodie, antica cittadina mineraria sulle montagne della Sierra Nevada. Oggi la ghost town di Bodie è un vero e proprio museo a cielo aperto, con la possibilità di entrare in alcuni edifici d’epoca, osservando il mobilio e gli accessori originali degli interni. È presente anche un piccolo museo dove sono conservati alcuni cimeli e testimonianze storiche.

Il deserto della California ospita un altro affascinante parco nazionale, il Joshua Tree National Park, una landa desolata dove alberi dalle forme contorte simili a cactus (Yucca) e ammassi rocciosi adagiati sul terreno come lapidi tombali offrono uno scenario surreale.

Una volta in California non può mancare una visita a Disneyland. Il parco è diviso in 2 parti: Disneyland Park, la parte più tradizionale, progettata da Walt Disney, nonché la più famosa, e Disney’s California Adventure, dedicato alle bellezze naturali della California e con attrazioni con un più alto tasso di adrenalina.

Di città in California ce ne sono tante, ma solo una sembra poter competere col fascino di San Francisco, ossia San Diego. Affacciata sulla costa, in una posizione geografica privilegiata che le garantisce un clima stupendo, San Diego vanta numerosi luoghi di interesse: dai parchi divertimento per la famiglia di Sea World e Lagoland, al famoso zoo cittadino e ai musei di Balboa Park, dalla vivace Downtown alle splendide spiagge e calette nascoste, dai quartieri pittoreschi alle attrazioni storiche.

Da non perdere anche il Sequoia National Park, che sorge a ridosso della catena montuosa della Sierra Nevada, nell’area orientale della California, a sud del parco di Yosemite. Come suggerisce il nome, il principale motivo d’interesse di quest’area naturale sono le sequoie giganti, che dominano non solo la foresta del parco ma anche quelle dei dintorni (Sequoia National Forest e Giant Sequoia National Monument). Fra questi imponenti alberi spicca il General Sherman Tree, l’esemplare più famoso, che vanta una longevità di ben 2700 anni, un’altezza di 83 metri e una circonferenza di 31.

Leggi anche:

Turismo sostenibile negli Stati Uniti, ecco le 5 migliori destinazioni
Turismo sostenibile negli Stati Uniti: Alaska
Turismo sostenibile negli Stati Uniti: Hawaii
Turismo sostenibile negli Stati Uniti: Oregon
Turismo sostenibile negli Stati Uniti: Colorado