Roccella Ionica (Shutterstock.com)

Non solo acqua cristallina e sabbia finissima, ma anche monumenti ed edifici ricchi di storia e cultura. Il nostro viaggio alla scoperta di questi tesori naturali continua con Cirò Marina, Diamante e Roccella Ionica

La Regione Calabria è impegnata da tempo nell’adozione di un piano strategico per il turismo sostenibile del Mediterraneo. Da sempre meta molto ambita, soprattutto per le sue località balneari, quest’anno, complice anche il progetto “Best Med Sustainable & Cultural path model” (Modello di itinerario sostenibile e culturale Best Med), è entrata a pieno titolo tra gli itinerari di vacanza degli italiani. Ad attrarre maggiormente i turisti in Calabria, sono da sempre le sue spiagge da sogno, caratterizzate da acqua cristallina e sabbia finissima, cui fanno da sfondo edifici e monumenti che raccontano la storia di una terra crocevia di popoli e culture diverse. Sono sei le spiagge più belle della Calabria: Tropea, in provincia di Vibo Valentia; Amantea (CS); Isola Capo Rizzuto (VV); Cirò Marina (KR); Diamante (CS) e Roccella Ionica (RC).  

Cirò Marina

Altra località balneare molto famosa tra i turisti, che trascorrono le vacanze in Calabria, è Cirò Marina. La località ospita le acque limpide del Mare Ionico e diversi reperti archeologici, espressione delle diverse dominazioni storiche. Bellissimo il Santuario di Maria Santissima d’Itria, un edificio del XV secolo, situato a oltre 100 metri di latitudine. Tra gli altri punti d’interesse, ci sono il bellissimo porto mercantile e le due torri, Torre Vecchia e Torre Nuova, costruite dai Saraceni, oltre al Museo Civico Archeologico, ospitato a Palazzo Porti.

Diamante

Altra nota meta turistica calabra, con oltre otto metri di costa, è Diamante, da sempre conosciuta come il “paese dei pescatori”, con le sue case a picco sul mare, che conservano l’antico fascino dei tempi passati. Indimenticabili sono i suoi murales, opere artistiche di enorme spessore, presenti sui diversi edifici del centro, che raccontano scene di vita popolare. Partendo dal porto di Diamante, è possibile raggiungere l’isola di Cirella, altro luogo di enorme interesse, situato nella zona settentrionale, nel Mar Tirreno. Caratterizzata da rocce calcaree, l’isola presenta diverse grotte, che è possibile visitare.

Roccella Ionica

La spiaggia di Roccella Ionica è una distesa di sabbia fine lunga circa otto chilometri dominata dallo scenografico Castello dei Principi Carafa. Il suo mare è pluripremiato per qualità e trasparenza delle acque, conquistando da ben 19 anni consecutivi la Bandiera Blu. Da dieci anni la Bandiera Blu gli viene conferita anche per l’approdo turistico del Porto delle Grazie di Marina di Roccella, oltre a fregiarsi della Bandiera Verde dei Pediatri. A pochi chilometri di distanza dalla spiaggia di Roccella Ionica si raggiungono alcune delle località balneari più belle di tutta la Costa Ionica. Roccella sorge infatti, sulla Riviera dei Gelsomini, rinomata per le sue spiagge bagnate da acque cristalline che ben si prestano per bagnarsi in sicurezza e per praticare snorkeling e immersioni subacquee alla scoperta delle bellezze dei fondali. Di particolare interesse è il Castello dei principi Carafa, un’antica fortezza medievale risalente al XIII secolo, costruita a scopo di controllo e di difesa del territorio di Roccella Ionica dalle incursioni saracene. Accanto all’edificio c’è poi l’antica Chiesa Matrice di San Nicola di Bari, in stile ionico barocco, e la torre cilindrica di avvistamento medievale di “Pizzofalcone”.