Ritz Carlton in Elizabeth Quay, Perth (Shutterstock.com)

Nella nuova classifica stilata dalla prestigiosa guida turistica al quinto posto per la sezione Itinerari si piazza l’Australia Occidentale

È stata pubblicata a fine anno l’attesissima guida “Best in travel 2023” realizzata dalla casa editrice Lonely Planet, che da quasi 20 anni seleziona le destinazioni di viaggio migliori, in base ai consigli e alle indicazioni di chi ci vive. Per aiutare i lettori a orientarsi meglio, le mete, in tutto 30, quest’anno sono state suddivise in cinque sezioni: Sapori, Itinerari, Relax, Connessioni e Scoperte. Per la sezione Itinerari, al quinto posto si piazza l’Australia Occidentale.

Western Australia

Più vasto della maggior parte dei paesi del mondo, “Best in travel” definisce l’Australia Occidentale (Western Australia) come «l’ultima frontiera australiana, famosa per il territorio smisurato e l’isolamento. Nella regione settentrionale del Kimberley, paesaggi immensi nascondono magnifiche gole, cascate e antiche formazioni rocciose. La parte meridionale dello stato offre invece spiagge di sabbia bianca, distese di fiori selvatici, rigogliose foreste ed eccellenti aziende vinicole. Ma il Western Australia non offre solo coste apparentemente infinite, gli spettacolari paesaggi dell’outback, una natura affascinante e una straordinaria cultura indigena. La fiorente regione vinicola di Margaret River, la moderna Perth, la bohémienne Fremantle e la cosmopolita Broome richiamano un numero crescente di visitatori».

Cosa vedere

Secondo Lonely Planet, da vedere c’è sicuramente la capitale Perth, «una città tranquilla e informale, con belle spiagge e un cielo quasi sempre azzurro. A metà strada tra il Sud-est asiatico e le capitali degli stati orientali del paese, Perth offre uno stile di vita piacevolmente rilassato ai suoi abitanti e mille cose da fare ai visitatori. È una città sofisticata e cosmopolita, con una miriade di bar, ristoranti e attività culturali in concorrenza tra loro. Non mancano tuttavia le occasioni per rilassarsi: i parchi incontaminati, il bush, le spiagge lungo il fiume e le distese di sabbia lambite dalle acque dell’Oceano Indiano – nonché un’efficiente rete dei trasporti pubblici – consentono agli abitanti di Perth di godere pienamente di tutto ciò che la città ha da offrire».

Da visitare anche Fremantle, «un luogo accogliente e rilassato scelto da professionisti, artisti e un nutrito numero di eccentrici come residenza ideale. Femantle ha molto da offrire ai visitatori: musei di grande interesse, gallerie d’arte moderna, pub, musica dal vivo e una fiorente cultura del caffè. Nelle sere del weekend, la via principale si riempie di giovani dei sobborghi in vena di divertirsi».

Leggi anche:

Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Umbria
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Kuala Lumpur
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Fukuoka
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Lima
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Sudafrica
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Montevideo
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Sofia
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Nova Scotia
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Bhutan
Turismo sostenibile, ecco le 30 mete scelte da Lonely Planet: Zambia