Castello Aragonese a Ischia (Shutterstock.com)

Sono così considerati quei viaggi che offrono esperienze avventurose, culturali, sostenibili, fuori dai circuiti tradizionali

Avventura, cultura e sostenibilità sono le parole d’ordine del nuovo modo di concepire il turismo, che viene così classificato come di nicchia. Secondo la ricerca Niche Tourism, 2022 Update – Thematic Research, presentata a gennaio, il turismo di nicchia sta prendendo sempre più piede e proprio per questo le aziende del settore stanno investendo in vacanze di nicchia, al fine di diversificare la propria offerta e rispondere alle nuove tendenze.

Diverse sono anche le mete di turismo di nicchia più in voga quest’anno: Toscana e Basilicata per il turismo rurale, Lione e Tirolo per i viaggi pet-friendly, Alto Adige e Campania per il glamping, Sardegna e Finlandia per il turismo sostenibile e la stessa Italia per il turismo di lusso.

L’Italia per il turismo di lusso

Quando si parla di turismo di nicchia non si può non far riferimento al turismo di lusso. Secondo i dati presentati a dicembre all’Iltm di Cannes, la fiera dedicata al luxury travel, l’Italia si riconferma uno dei Paesi più attrattivi per le vacanze di lusso. Dopo lo stop dettato dalla pandemia da Covid, i viaggiatori di fascia alta hanno espresso il desiderio di tornare a viaggiare e soprattutto di visitare le più famose città italiane, con i loro musei e luoghi d’arte, ma anche le magnifiche isole come Capri, Pantelleria, Ischia e Procida.

Leggi anche:

Turismo di nicchia, ecco le mete del 2022
Turismo di nicchia, ecco le mete del 2022: Toscana e Basilicata
Turismo di nicchia, ecco le mete del 2022: Lione e Tirolo
Turismo di nicchia, ecco le mete del 2022: Trentino Alto Adige e Campania
Turismo di nicchia, ecco le mete del 2022: Sardegna e Finlandia