donna capelli specchio
(Shutterstock.com)

Ci sono rimedi naturali contro la tricodinia? Vediamo quali sono quelli più efficaci e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

Problematica che coinvolge il cuoio capelluto, la tricodinia causa dolore al tocco o allo sfioramento, bruciore e senso di indolenzimento su tutta la capigliatura. Non si tratta di una vera e propria patologia, ma di una sensazione che varia da persona a persona e non può essere valutata da un’indagine clinica. Ad oggi, le cause sono ancora sconosciute, ma secondo studi recenti potrebbe essere originata da una lieve neuropatia, da stress, da cause meccaniche come il bruxismo oppure da malattie pregresse.

La tricodinia, essendo una sensazione ancora parzialmente sconosciuta, non ha una durata standard. In caso di dubbi, è opportuno chiedere un consulto al proprio dermatologo, l’unico che può suggerire una cura ad hoc partendo dall’origine del disturbo. In ogni modo, ci sono alcuni rimedi naturali che possono aiutare a lenire i fastidi. Innanzitutto, è consigliato evitare trazioni dei capelli e orientamenti non naturali delle radici, ossia non in linea con il verso di crescita del capello. E’ importante anche massaggiare delicatamente il cuoio capelluto.

donna capelli testa prurito
(Shuttertock.com)

Tricodinia: rimedi naturali efficaci

Per contrastare la tricodinia è consigliato uno shampoo con acido ialuronico e glicerina, sostanze che possono donare un po’ di sollievo anche se ungono un po’ la chioma. In alternativa, potete fare un impacco a base di gel di aloe vera. Se avete la cute particolarmente sensibile, è consigliato mescolare il gel con un olio vegetale. Tra i rimedi omeopatici, quelli più indicati sono: phosphorus, sulfur e natrum muriaticum.

Infine, la tricodinia si combatte anche a tavola. Introducete nella dieta le germe di grano, i semi oleosi e le bacche di Goji.