donna tosse
(shutterstock.com/DimaBerlin)

Come combattere la tracheite con i rimedi naturali? Diamo uno sguardo a quelli più efficaci e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

Come suggerisce il nome, la tracheite è un’infezione della trachea. Si manifesta soprattutto in inverno e può essere sia di origine batterica che virale. Generalmente, i sintomi sono facilmente riconoscibili: mal di gola, gonfiore e possibili difficoltà respiratorie, tosse, naso che cola, dolore retrosternale, fischio durante la respirazione e febbre alta. La prima cosa da fare è, senza ombra di dubbio, chiedere il parere del proprio medico, che valuterà l’entità dell’infezione. Ci sono comunque validi rimedi naturali che possono essere provati senza alcun rischio. Innanzitutto, ricordatevi di bere molto, in modo da tenere bene idratato l’organismo, poi cercate di seguire un’alimentazione sana e leggera, ricca di frutta e verdura. Se avete il vizio del fumo, cercate di evitarlo almeno per qualche giorno.

La tracheite si può combattere, in primis, con suffumigi di acqua e sale. Alternativa a questa vecchia ‘soluzione’ della nonna, sono gli oli essenziali. Invece del sale, aggiungete qualche goccia di menta piperita, menta giapponese, eucalipto, timo, tea tree oil, echinacea o chiodi di garofano. Per la dose, tranne che per il timo di cui utilizzerete una sola goccia, con gli altri potete usare 2 gocce. Gli stessi oli essenziali, ovviamente, possono essere utilizzati nell’apposito diffusore oppure nell’umidificatore del termosifone. Infine, per un effetto strong, mettetene anche un paio di gocce sul cuscino prima di andare a dormire.

donna suffumigi asciugamano
(shutterstock.com/New Africa)

Tracheite: rimedi naturali e consigli della nonna

Un altro valido rimedio naturale per contrastare la tracheite è la propoli, un vero e proprio antibiotico naturale. Se usato in combo con il miele otterrete un elisir davvero miracoloso. La camomilla, ovviamente ben calda, può essere sorseggiata nel corso della giornata. Magari, tenetela in un termos di acciaio, in modo da non doverla riscaldare più volte. Se non l’amate, optate per la malva, ugualmente emolliente e lenitiva. Che dire, poi, dei gargarismi? L’infuso migliore è a base di timo, alloro, cumino e origano. Volendo, potete anche bere questo prezioso elisir.

Infine, una tisana fai da te davvero efficace prevede l’utilizzo di lavanda, menta, fiori di tiglio e timo. Mettete 25 grammi di ogni tipo d’erba in una ciotola e mescolate bene. Poi, utilizzate un filtro da infusione, riempitelo e immergetelo in una tazza di acqua bollente per almeno 20 minuti. E’ consigliato berlo ancora caldo, con l’aggiunta di un cucchiaino di miele.