Torna il 18 e 19 giugno, al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, “RomArché. Parla l’archeologia”. Un festival annuale dedicato all’archeologia, in particolare agli strumenti per la divulgazione storica.

RomArché. Parla l’archeologia” è un festival annuale dedicato all’archeologia che quest’anno si svolgerà negli splendidi spazi del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. L’undicesima edizione si terrà il 18 e 19 giugno p.v., nell’ambito delle Giornate Europee dell’Archeologia, con un tema particolarmente evocativo, quello della rinascita.

L’evento è curato dalla Fondazione Dià Cultura insieme con il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, sostenuto dall’azienda informatica Siaed S.p.A., in partnership con il Parco Archeologico dell’Appia Antica e con EGA – Entertainment Game Apps.

RomArché offre al suo pubblico un ricco programma fatto di presentazioni di libri, conferenze, incontri, rievocazione storica, laboratori didattici, visite guidate, una lezione-evento sugli Etruschi e un concerto al tramonto.

La manifestazione ha sempre avuto come elemento centrale la rassegna espositiva del libro d’archeologia, di antropologia, di storia e di storia dell’arte. La partecipazione diretta delle case editrici di settore porta, ogni anno, la presenza delle ultime produzioni editoriali con un ricco programma di eventi culturali di approfondimento: presentazioni di libri, conferenze, laboratori, dibattiti, visite guidate e convegni, alla presenza di importanti editori di settore e di studiosi di chiara fama.

L’edizione 2022 (18 e 19 giugno)

“Romarché. Parla l’archeologia” si articola in:

  • Area espositiva (Emiciclo e giardini del MNETRU). Cuore della manifestazione è l’esposizione di libri di settore e di realtà attive nella divulgazione storica. Nell’area espositiva sono presenti, oltre agli editori, anche postazioni di sviluppatori di nuove tecnologie per la valorizzazione archeologica, associazioni culturali e istituzioni attive nella promozione del patrimonio culturale, associazioni e gruppi di rievocazione che espongono e raccontano prodotti realizzati con tecniche antiche.

Tra gli Espositori saranno presenti: Arbor Sapientiae; Archeolibri – Gruppo Lozzi; Campi di Carta; Comune di Alatri; Dielle Editore; EGA – Entertainment Game Apps; Gruppo Storico Romano; Il Soffiasogni; MMC Edizioni; Nymphè; Pagine in progress; Viandare

  • Conferenze (Sala della Fortuna del MNETRU). “Rinascite. Percorsi di archeologia, antropologia, Museologia, Arte”. Specialisti archeologi, antropologi, storici, letterati, storici dell’arte, si confrontano sul tema dell’edizione “la rinascita”.

Durante il ciclo di conferenze sarà presentata al pubblico la nuova rivista della Fondazione Dià Cultura che è anche media partner dell’iniziativa: “Archeologi&. Storia, Antropologia, Museologia, Arte”. Si tratta di un periodico scientifico di informazione culturale on line accompagnato da un trimestrale monografico di approfondimento scaricabile gratuitamente dal sito www.rivistarcheologie.info. Le tematiche sono affrontate in una prospettiva interdisciplinare cui allude evocativamente l’uso della lettera & nel titolo e nelle diverse rubriche che compongono il progetto editoriale.

Il trimestrale di approfondimento verte di volta in volta su tematiche culturali o su luoghi della cultura ritenuti di particolare rilevanza per il pubblico dei lettori. Il primo numero, in uscita il 16 giugno, sarà interamente dedicato al Parco Archeologico dell’Appia Antica ed è curato dal Direttore Simone Quilici e dal personale del Parco.

  •  Attività di approfondimento (Emiciclo/Giardini/Sala della Fortuna del MNETRU). Con il nome di “Leggere in RomArché” viene realizzato un approfondimento su temi rilevanti e attuali, che si articola in più attività connesse tra loro: incontri con protagonisti dell’archeologia, presentazioni di novità editoriali alla presenza degli autori organizzate dalle case editrici ospiti della manifestazione, laboratori per bambini e ragazzi, visite guidate speciali, diurne e serali a cura del personale del museo. In particolare si segnalano: 18 giugno alle ore 16, EGA – Entertainment Game Apps presenterà la nuova edizione di Festa Etrusca! La storia si racconta. A seguire,alle 17, incontro con Paolo Carafa (“Sapienza” – Università di Roma) e Valentino Nizzo (Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia) a colloquio su “Storie dai contesti. Dialoghi e riflessioni sul metodo”.
  •  Attività di valorizzazione (Emiciclo/giardini del MNETRU). Eventi di rievocazione storica a cura dell’associazione Suodales, del Gruppo Storico Romano e di EGA-Entertainment Game Apps sul mondo etrusco e romano; una lezione-evento del Direttore “Nascita e rinascita degli Etruschi”; un concerto serale: “Rinascite al tramonto, l’archeologia canta” a cura del coro Koob che eseguirà musiche di Schubert, Rachmaninoff, Attaignant e antichi canti tradizionali.
  • Romarché dei bambini (Emiciclo/giardini del MNETRU). Laboratori didattici di archeologia sperimentale.

Sabato 18 giugno

11.00-13.00* I colori dell’Aldilà. Laboratorio di affresco (laboratorio di archeologia sperimentale con la tecnica dell’affresco)

16.00-17.30** Il vino rende immortali: simboli e rituali dell’aldilà con Francesca Montuori (Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia)

18.00-19.30* La barca solare e i simboli di rinascita sulle urne villanoviane (laboratorio di archeologia emulativa con lavorazione a sbalzo della lamina di rame)

Domenica 19 giugno

11.00-13.00* Offerte agli dei. Gli ex voto della stipe di Pantanacci (laboratorio di archeologia sperimentale di lavorazione dell’argilla).

17.00-19.00* Il mestiere dell’archeologo e del restauratore (laboratorio di archeologia sperimentale sulle tecniche di primo intervento di restauro)

Età: bambini che abbiano frequentato almeno il primo anno della scuola primaria (6-11 anni)

*Laboratori a cura dell’Associazione culturale ChissàDove offerti da EGA – Entertainment Game Apps

**Laboratorio a cura dei Servizi Educativi del Museo

L’accesso al Museo nazionale Etrusco di Villa Giulia, sede della manifestazione, prevede un biglietto eccezionalmente ridotto di 3 euro per l’intera giornata che include tutte le attività di “RomArché. Parla l’archeologia”.

Per i giovani dai 18 ai 25 anni il costo del biglietto è di 2 euro. Per i ragazzi al di sotto dei 18 anni e per gli abbonati l’ingresso è gratuito.

In occasione delle Giornate dell’Archeologia sabato 18 giugno il museo sarà straordinariamente aperto fino alle 23.

Dove

Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia – Piazzale di Villa Giulia, 9 – Roma

Quando

18-19 giugno 2022

Programma

programma completo della manifestazione