stanchezza
(shutterstock.com/Antonio Guillem)

Cosa fare quando la stanchezza prende il sopravvento? Scopriamo i rimedi naturali più efficaci e i consigli della nonna.

In alcuni periodi dell’anno, soprattutto quando le temperature toccano picchi stellari, è normale avvertire un perenne senso di stanchezza. In genere, il caldo rende impossibile il riposo notturno e al mattino sembra impossibile arrivare ‘sani e salvi’ a fine giornata. Per qualcuno, invece, la spossatezza è una condizione cronica, che si manifesta in qualunque periodo dell’anno. E’ bene sottolineare che, in casi di questo tipo, la prima cosa da fare è parlarne con il proprio medico curante. Le cause, infatti, possono essere diverse, sia fisiche che psicologiche. Dai problemi di peso a malattie come diabete, anemia o ipertiroidismo, passando per la gravidanza, la depressione, stress e insonnia: la stanchezza può dipendere da tanti fattori, motivo per cui è necessario chiedere un consulto ad uno specialista.

Dopo aver individuato il ‘colpevole’ della vostra stanchezza, potete provare alcuni rimedi naturali particolarmente efficaci. Innanzitutto, modificate il regime alimentare. Preferite cibi sani, possibilmente biologici, eliminate gli zuccheri raffinati ed evitate alcolici. In questo modo, contribuirete a mantenere in salute il fegato e la flora batterica intestinale. Un loro eventuale squilibrio, infatti, potrebbe causare o aggravare il senso di spossatezza.

rhodiola
(shutterstock.com/kostrez)

Stanchezza: rimedi naturali e consiglia della nonna

Per combattere la stanchezza, il primo valido rimedio naturale è il ginseng, che riduce la percezione della fatica e aumenta la resistenza. In alternativa, optate per la rhodiola, che oltre ad essere efficace contro la spossatezza, migliora la qualità del sonno, rallenta la tachicardia e le palpitazioni e riduce l’ansia e il nervosismo. Un altro prezioso alleato è il Reishi, un fungo medicinale che aiuta il corpo e la psiche a ritrovare il benessere, il sonno, l’energia e il tono dell’umore. Non sottovalutate i fiori di Bach, ma affidatevi nelle mani di un erborista esperto, che preparerà una soluzione ad hoc per i vostri problemi.

Questi rimedi naturali possono essere amplificati dall’aromaterapia. Scegliete tra olio essenziale di rosmarino, di zenzero, di timo, di lavanda o di pino silvestre. Potete utilizzarli per un bagno rigenerante (10 gocce nella vasca), con il diffusore (1 goccia per mq del luogo dove intendete beneficiarne) oppure mettendo un paio di gocce sul cuscino del letto.