National Cycle Route (Shutterstock.com)

Ecco gli itinerari classici all’insegna della natura, della cultura e della bellezza per un turismo sostenibile e lento alla portata di tutti

Il cicloturismo è un nuovo modo di fare vacanza e sta prendendo sempre più piede grazie alla diffusione delle ciclovie, ossia itinerari ciclistici particolarmente interessanti dal punto di vista naturistico e culturale. In Italia, come nel resto d’Europa, se ne contano ormai centinaia e il trend va sempre più crescendo, grazie anche a un sempre più spiccato orientamento del viaggiatore verso il turismo ecosostenibile. La testata giornalistica LifeGate ha stilato una classifica con le cinque ciclovie più belle per scoprire l’Europa pedalando: la ciclovia della Loira, la via verde Ojos Negros, la Avenue Verte, la ciclovia sul lago di Costanza e l’Alpe Adria.

L’Avenue Verte da Parigi a Londra

Un viaggio affascinante da capitale a capitale è quello che si può fare attraversando la Avenue Verte che parte ai piedi della cattedrale di Notre-Dame per poi risalire lungo l’incantevole nord della Francia, superare lo stretto e continuare fino a Londra sulla National Cycle Route.

La ciclovia offre un percorso interessante e variegato con i panorami pittoreschi delle campagne a cui si alternano gli ambienti urbani delle due metropoli. Questa greeenway di circa 400 chilometri è stata inaugurata nel 2012 ed è diventata subito un’attrattiva per il cicloturismo internazionale. Si tratta di un percorso ben segnalato, senza dislivelli particolari per cui risulta adatto anche a famiglie con bambini. La ricezione lungo il tragitto è buona; è semplice trovare strutture come hotel, campeggi e bar dove sostare.

Leggi anche:

Sostenibilità, 5 ciclovie per scoprire l’Europa pedalando
Sostenibilità, 5 ciclovie per scoprire l’Europa pedalando: Loira
Sostenibilità, 5 ciclovie per scoprire l’Europa pedalando: via verde Ojos Negros
Sostenibilità, 5 ciclovie per scoprire l’Europa pedalando: sul lago di Costanza
Sostenibilità, 5 ciclovie per scoprire l’Europa pedalando: Alpe Adria