donna bibita gassata singhiozzo
(Shutterstock.com)

Ci sono rimedi naturali per far passare in fretta il singhiozzo? Scopriamoli tutti e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

Il singhiozzo è un disturbo che non deve assolutamente destare preoccupazione, ma che può essere parecchio fastidioso. Può colpire grandi e bambini, a qualunque età, e generalmente passa subito, in modo del tutto naturale. In sostanza, altro non è che una contrazione ripetuta e involontaria del diaframma, ovvero il muscolo che si contrae durante l’inspirazione e si distende nell’espirazione. Il singulto si manifesta a causa dell’irritazione del nervo frenico, deputato a controllare le contrazioni del diaframma.

Nella maggior parte dei casi, il motivo per cui il nervo si irrita e di conseguenza provoca il singhiozzo è sconosciuto. Ci sono, però, alcune situazioni che possono scatenare la problematica, come: dilatazione dello stomaco, sbalzi di temperatura, consumo smisurato di alcolici ed episodi di emotività. E’ bene sottolineare che queste condizioni non devono destare grande preoccupazione, anche perché si tratta di episodi sporadici, che si risolvono nel giro di qualche minuto al massimo. Quando, però, la problematica è persistente potrebbero esserci cause più serie, come la pericardite, il reflusso gastrico o la gastrite. A prescindere dal fattore scatenante, è bene non ingerire cibi e liquidi in modo veloce, masticare bene e lentamente, non mangiare cibi/bevande troppo fredde o eccessivamente calde ed evitare gli alcolici.

uomo con mano davanti alla bocca
(shutterstock.com/Roman Chazov)

Singhiozzo: rimedi naturali efficaci

Oltre al modo di mangiare a alla scelta dei cibi, per combattere il singhiozzo ci sono anche altri rimedi naturali parecchio efficaci. Innanzitutto, è consigliato respirare profondamente e trattenere il fiato per 20/25 secondi, in modo da far rilassare il diaframma. In alternativa si può bere acqua a piccoli sorsi, trattenendola in bocca e tappando il naso, oppure favorire uno starnuto. I più coraggiosi possono inghiottire un cucchiaino di zucchero oppure uno di aceto o succo di limone. Quanti hanno buona memoria possono anche provare a recitare velocemente una filastrocca o una poesia.