(Shutterstock.com)

Scaloppine al burro e salvia

Le scaloppine infarinate e cotte nel burro chiarificato fuso e aromatizzate alla salvia sono un buon secondo di pesce o carne. Si tratta di una ricetta economica e facile, di rapida esecuzione. La salvia è una pianta molto versatile e tipica della macchia mediterranea. È una pianta sempreverde perenne e ha tante virtù note fin dall’antichità. È il caso di riscoprirla e adottarla in cucina per piatti gustosi come risotti, contorni e secondi.

INGREDIENTI

  • Pesce o carne (in base alle proprie preferenze) da impanare
  • Farina di avena
  • 80 g di burro chiarificato
  • Un ciuffo di salvia
  • Sale

Procedimento

  1. Lavarsi le mani prima di maneggiare il cibo.
  2. Pulire le fettine di carne (rossa o bianca) o il pesce (filetti di merluzzo o di orata) e infarinare ogni fettina nella farina di avena.
  3. In una padella antiaderente in acciaio inossidabile sciogliere 80 g di burro chiarificato.
  4. Disporre a distanza le fettine di pesce o carne e cuocere a fuoco lento.
  5. Lavare le foglie di salvia e dopo 3/4 minuti posizionare una foglia sopra ogni scaloppina. Salare e far cuocere con un coperchio sempre a fuoco lento per altri minuti finché l’impanatura si indora.

Contorni di verdure e patate

Le scaloppine alla salvia possono essere accompagnate da contorni di verdura in base alla stagionalità. I funghi sono una possibilità ma la scelta è molto ampia e anche un contorno di patate potrebbe essere una combinazione gustosa. A proprio piacimento si può spruzzare qualche goccia di limone sulle scaloppine, specie quelle al pesce, e sfumare con un po’ di vino le scaloppine di carne. Le foglie di salvia possono essere anche tritate però il procedimento va eseguito poco prima di disporle sulle scaloppine, altrimenti si rischia di farle annerire. A tal fine è sufficiente un coltello o la mezzaluna.