puntura medusa gamba
(Shutterstock.com)

Come curare le punture di medusa? Ecco quali sono i rimedi naturali più efficaci e cosa non bisogna fare assolutamente.

Le punture di medusa non sono altro che reazioni cutanee infiammatorie causate dal contatto accidentale con i tentacoli di questo animale marino. Anche se si tratta di una problematica che raramente causa complicazioni importanti come lo shock anafilattico, è molto fastidiosa. La colpa è delle sostanze urticanti rilasciate dai tentacoli, che provocano brutte orticarie. Generalmente, quanti vengono ‘pizzicati’ lamentano: dolore, eritema, prurito, gonfiore, rilievi cutanei e vescicole.

Quanti frequentano il mare e amano nuotare o fare immersioni si saranno scontrati di sicuro con le meduse e, almeno una volta nella vita, avranno sperimentato le conseguenze delle loro punture. Queste ultime appaiono sulla pelle come un’ustione di primo o secondo grado e, nella maggior parte dei casi, causano un fortissimo bruciore solo nei primi 20 minuti dal contatto con l’animale. In seguito, resta un intenso prurito.

braccio puntura medusa
(Shutterstock.com)

Punture di medusa: rimedi naturali efficaci

In caso di punture di medusa la prima cosa da fare è uscire con calma dall’acqua, senza entrare nel panico, soprattutto se vi trovate al largo. Arrivati a riva, sciacquate la zona interessata con l’acqua del mare, così da diluire le tossine rilasciate dai tentacoli non ancora penetrate nella pelle. Evitate di usare l’acqua dolce perché potrebbe favorire la rottura delle tossine rimaste sull’epidermide e aumentare il dolore. Se doveste notare di avere residui della medusa attaccati al corpo, asportateli con una tessera di plastica rigida, come la carta di credito, o con un coltello. Ovviamente, prestate grande attenzione.

Se l’area colpita da orticaria è ampia potete applicare una crema o un gel a base di cloruro di alluminio, possibilmente ad una concentrazione del 5%. Questo prodotto, reperibile in farmacia, elimina il prurito e blocca la diffusione delle tossine. Con le punture di medusa non sono consigliati i rimedi naturali perché potrebbero ulteriormente infiammare la pelle. Pertanto, sono assolutamente vietati: ammoniaca, urina, limone, aceto e alcool, un tempo considerati consigli della nonna validi.

Inoltre, tenete a mente anche altre cose da non fare assolutamente: non strofinare la parte colpita con mani, sabbia o pietra tiepida perché le tossine vengono riattivate dal calore, resistete alla tentazione di grattarvi in quanto potreste contribuire a liberare ulteriore veleno e coprite la zona interessata con una crema solare con filtro totale per le settimane successive alla puntura.