(Shutterstock.com)

Polpette di ricotta

Le polpette di ricotta sono un buon secondo per il periodo invernale. L’utilizzo di ricotta vaccina e mollica di pane raffermo è un ottimo modo per utilizzare del pane vecchio o indurito che altrimenti andrebbe a male. In questo caso è possibile utilizzare sia quello integrale che di altre farine. L’importante è che non sia fresco altrimenti risulterebbe difficile la lavorazione e alquanto difficoltosa la realizzazione delle polpette.

INGREDIENTI

  • 400 G di ricotta vaccina
  • Quattro fette di pane raffermo
  • 1 uovo intero
  • Grana Padano
  • Prezzemolo
  • Pepe bianco
  • Cipolla o porro
  • Olio extra vergine di oliva

Procedimento

  1. Lavarsi le mani prima di maneggiare il cibo.
  2. Disporre la ricotta fresca in una ciotola.
  3. Ridurre le fettine di pane raffermo in mollica e incorporarla alla ricotta.
  4. Sbattere l’uovo intero.
  5. Realizzare un impasto abbastanza consistente e aggiungere l’uovo, il prezzemolo tritato, qualche spolverata di formaggio e il pepe bianco. Salare.
  6. Con un cucchiaio prendere una porzione dell’impasto e formare delle polpette non troppo grandi.
  7. In una padella o un tegame in acciaio inossidabile versare un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva e della cipolla tagliata a rondelle. Unire un po’ di acqua e poi disporre a distanza, l’una dall’altra, le polpette.
  8. Coprire con un coperchio e cuocere a fuoco lento per pochi minuti (circa 5 minuti possono bastare).

I contorni da abbinare con le polpette di ricotta

Durante la stagione invernale abbondano i contorni preparati con prodotti nel pieno rispetto della stagionalità. Tra questi i finocchi gratinati, i funghi cardoncelli con alloro e carote, spinaci o cavolo nero ripassati in padella. Infine i cavolini di Bruxelles aromatizzati con erbe di Provenza. Le polpette vanno conservate in frigo dopo la cottura, una volta raffreddate. Dovrebbero essere consumate nel giro di un giorno. Da evitare il congelamento per la delicatezza degli ingredienti adoperati.