pollo carne tagli diversi
(Shutterstock.com)

Quali sono i valori nutrizionali del pollo? Scopriamoli, insieme ai consigli per l’acquisto e a quelli per la cottura/conservazione.

Il pollo è una delle tipologie di carne più consumate al mondo. Oltre ad essere facilmente reperibile, il suo costo basso la rende accessibile a chiunque. Eppure, una precisazione è d’obbligo. Evitate di acquistare prodotti provenienti da allevamenti intensivi e, se possibile, preferite il piccolo macellaio alla grande distribuzione. Un’accortezza in più, oggi come non mai, è necessaria. Riconoscere se la carne è fresca non è difficile, basta osservarla con attenzione. Deve essere di un bel colore rosato, soda, non appiccicosa e con un odore delicato e non troppo forte.

Di seguito, i valori nutrizionali di 100 grammi di pollo crudo:

  • 110 calorie
  • 76 g di acqua
  • 20 g di proteine
  • 3,6 g di lipidi
  • 75 mg di colesterolo
  • 70 mg di sodio
  • 307 mg di potassio
  • 0,7 mg di ferro
  • 8 mg di calcio
  • 26 mg di magnesio
  • 1,2 mg di zinco
  • 0,06 mg di rame
  • tracce di vitamina A
  • 0,1 mg di vitamina B1 o Tiamina
  • 0,15 mg di vitamina B2 o Riboflavina
  • 5,8 mg di vitamina B3 o Niacina.

In base alla parte che si consuma, il pollo presenta proprietà diverse. La coscia, ad esempio, contiene più lipidi e colesterolo e meno proteine rispetto al petto, che è la parte più magra di questo animale.

donna sceglie carne pollo
(Shutterstock.com)

Pollo: raccomandazioni per il consumo

Il pollo è una carne tenera, quindi facilmente masticabile e digeribile, molto proteica e a basso contenuto di grassi. E’ per questo che è consigliata anche nella dieta di bambini e anziani. Affinché si possano ottenere questi benefici, è necessario osservare alcune regole per evitare la contaminazione. Innanzitutto, dopo l’acquisto la carne va riposta nel reparto inferiore del frigorifero, ben coperta con la pellicola o inserita all’interno di un contenitore. Quando decidete di cucinarla, usate un tagliere e un coltello a parte e lavateli accuratamente dopo l’utilizzo, provvedendo ad igienizzare anche il lavandino. Prima della cottura, è inutile passare il pollo sotto l’acqua corrente. Oltre a non eliminare eventuali batteri, questa pratica potrebbe diffondere i microbi nel lavello e sui piani della cucina. Ultima raccomandazione: questa carne va sempre cotta alla perfezione e non va mai lasciata a sangue.