pappa avena
(Shutterstock.com)

Quali sono le proprietà della pappa d’avena? Scopriamole tutte, insieme agli usi e ad eventuali controindicazioni da tenere a mente.

La pappa d’avena, chiamata anche porridge, sta pian piano tornando in auge. Un tempo considerata pietanza povera e utilizzata soprattutto dai lavoratori perché economica ma sostanziosa, è oggi un piatto super prelibato, che in molti scelgono perché ricco di nutrienti. Di origini scozzesi, il suo ingrediente principale è l’avena, uno dei cereali con maggiore apporto di fibre, proteine e sostanze grasse buone, come l’acido linoleico. Pertanto, è la colazione ideale per iniziare la giornata perché vanta tante proprietà nutraceutiche. Non solo, è un valido alleato contro il colesterolo cattivo e ha un basso indice glicemico.

La ricetta originale del porridge prevede la cottura dell’avena nell’acqua, ma in molti preferiscono utilizzare il latte o le bevande vegetali. Il fuoco deve essere basso e si spegne quando il composto risulta cremoso. A questo punto, considerando che il suo sapore è del tutto neutro, si aggiunge ciò che più piace, sia dolce che salato. L’abbinamento più gettonato, nonché salutare, è quello con frutta fresca e secca, semi, miele, sciroppo d’acero, marmellata oppure una semplice spolverata di zucchero di canna.

porridge
(Shutterstock.com)

Pappa d’avena: usi e controindicazioni

E’ bene sottolineare che la pappa d’avena può avere la consistenza che più si preferisce, densa oppure più liquida. In base agli ingredienti che si aggiungono, può essere un piatto più o meno ricco. Generalmente, per un porridge non eccessivamente brodoso è consigliato utilizzare 200 grammi di acqua, latte o bevanda vegetale per 60 grammi di fiocchi. Dopo la cottura, bisogna far riposare un po’ il composto, in modo da farlo addensare per bene. D’estate, si può anche optare per la versione fredda. Non dovete fare altro che lasciare 30 grammi di avena in 80 grammi di liquido per tutta la notte. Al mattino, basta aggiungere gli altri ingredienti e la colazione è pronta.

Come già sottolineato, la pappa d’avena può essere anche salata. Per un piatto sostanzioso ma allo stesso tempo sano, si possono aggiungere uova e pomodoro, oppure avocado e salmone. In Iran, ad esempio, l’usanza vuole che si consumi accompagnato da agnello, pollo o tacchino e lenticchia, con una spolverata di cannella e zucchero. Ovviamente, affinché la pietanza sia salutare è bene aggiungere ingredienti di un certo tipo. Il porridge, a patto che non si esageri con le dosi e che sia preparato con materie prime ottime, non presenta controindicazioni.