shutterstock.com

Vari tipi di pannelli per riscaldare l’acqua di casa con i pannelli solari

Dei pannelli fotovoltaici sono usati per estrarre energia termica dal sole in modo da riscaldare le acque sanitarie delle abitazioni. Ne esistono vari modelli in base alle esigenze personali.

Tipologie

pannelli a circolazione naturale sfruttano i raggi del sole per riscaldare il liquido solare, formato da acqua e da una miscela antigelo, che è contenuto all’interno dei tubi di un collettore termico. I corpi caldi tendono naturalmente a salire, pertanto il calore si accumula in un serbatoio posto sopra i pannelli solari riscaldando l’acqua contenuta nella cisterna che è pronta per l’utilizzo domestico. Questa soluzione è la più adatta per una realtà unifamiliare. Il modello a circolazione forzata dispone invece di una centralina misura la temperatura dell’acqua nei serbatoi. Quando il liquido dei pannelli è più caldo di quello delle cisterne viene spinto dalla centralina in una serpentina, per riscaldare l’acqua da distribuire nei singoli alloggi. Il modello è l’ideale per i grandi complessi.

collettori termici a lastra piana vetrati sono in vetro trasparente per catturare le radiazioni solari ed impedirne la dispersione. Il calore viene assorbito da un impianto formato da canaline con cavi in rame per avere una migliore conduzione di aria e acqua; esistono due tipi di bloccaggio del calore: non selettivi, più economici, che hanno le lastre verniciate di nero, e quelli selettivi, che sono sottoposti a trattamenti particolari.

collettori termici a tubi sottovuoto sono formati da tubi di vetro paralleli e concentrici di colore scuro per catturare il calore e non disperderlo. All’interno dell’impianto si crea un vuoto, un isolante termico che permette all’acqua di raggiungere una temperatura superiore ai 100˚. Il calore viene trasportato attraverso un sistema denominato a tubo di calore “heat pipe” che consiste nell’avere all’interno dei tubi un liquido alcolico che evapora quando la temperatura sale ed è in grado di riscaldare l’acqua.