panettone proprietà
(Shutterstock.com)

Il panettone è il dolce per eccellenza della tradizione natalizia. Scopriamo le sue proprietà e qualche curiosità che lo riguardano

Con i canditi, senza, alle mandorle, al cioccolato, con il mascarpone; le combinazioni con cui il panettone può essere mangiato sembrano infinite ed ogni anno se ne aggiungono di nuove. Si tratta di un dolce le cui origini sono ormai storia, tanto che per molti averne uno da consumare con amici e parenti il giorno di Natale è una tradizione irrinunciabile. Scopriamo allora alcune leggende che ruotano attorno alla sua nascita e le proprietà che hanno fatto del panettone un dolce amatissimo.

La storia

Il panettone nasce a Milano. Ancora oggi si dibatte molto sulle sue origini, ma sono principalmente due le leggende che lo coinvolgono.

La prima ha come protagonista Messer Ulivo degli Atellani, un falconiere che, innamoratosi della bella Algisa, si fece assumere dal padre di lei come garzone nella sua panetteria. Iniziò così a sperimentare, arrivando ad impastare uova, burro, miele ed uva sultanina. Il successo del dolce che ne ricavò fu straordinario. Non solo Messer Ulivo aveva inventato il panettone, ma alla fine riuscì anche a sposare Algisa.

La seconda leggenda racconta invece che alla corte di Ludovico il Moro, il cuoco fu incaricato di preparare il pranzo di Natale, a cui avrebbero partecipato molti nobili. Egli però, sbadatamente dimenticò il dolce nel forno e quando se ne ricordò, era ormai carbonizzato. Fu in quell’istante che ad uno sguattero venne l’idea di impastare alcuni ingredienti rimasti tra gli avanzi della dispensa. Mescolò farina, burro, uova, scorza di cedro ed uvetta; il successo fu memorabile. Il dolce prese il nome di pan dal Tögn, in onore di Toni, il garzone.

Proprietà del panettone

É chiaro che il panettone non è esattamente un cibo consigliato dai dietologi. Si tratta infatti di un dolce ipercalorico, ricco di carboidrati e lipidi provenienti dagli ingredienti principali (farina, burro e uova), motivo per cui non è raccomandato consumarne in grandi quantità, soprattutto se ci si trova in condizioni di sovrappeso. Fortunatamente il panettone contiene anche una buona quantità di vitamine del gruppo B, retinolo, ferro e fibre.

In generale nessuno dovrebbe consumarne più di 100 grammi e se possibile, farlo lontano dai pasti.

LEGGI ANCHE:
Al palazzo Reale di Napoli, la 1ª Convention Mondiale del Panettone