ridurre gli imballaggi

Le nuove tecniche di confezionamento degli alimenti sono un’importante area di ricerca per promuovere la qualità e la sicurezza degli alimenti

Le nuove tecniche di confezionamento degli alimenti sono un’importante area di ricerca per promuovere la qualità e la sicurezza degli alimenti. Esiste una tendenza verso forme di imballaggio commestibili e sostenibili dal punto di vista ambientale.

Gli imballaggi commestibili utilizzano tipicamente materiali sostenibili e biodegradabili che vengono applicati come involucro o rivestimento consumabile intorno agli alimenti, senza generare rifiuti. Numerosi studi hanno recentemente analizzato l’importanza dei materiali commestibili come valore aggiunto agli alimenti confezionati. La nanotecnologia è emersa come un metodo promettente per fornire l’uso di bioattivi, antimicrobici, vitamine, antiossidanti e nutrienti per aumentare potenzialmente la funzionalità degli imballaggi commestibili. Può fungere da dispensatore commestibile di ingredienti alimentari come incapsulanti, nanofibre, nanoparticelle e nanoemulsioni. In questo modo, l’imballaggio commestibile funge da forma attiva di imballaggio.

Svolge un ruolo importante negli alimenti confezionati, interagendo in modo auspicabile con l’alimento e fornendo funzioni tecnologiche, come il rilascio di composti che agiscono da scavenger (antimicrobici e antiossidanti) e la rimozione di gas nocivi come l’ossigeno e il vapore acqueo, che possono ridurre la qualità e la durata di conservazione dei prodotti. L’imballaggio attivo può anche contribuire a mantenere il profilo nutritivo degli alimenti confezionati. In questa rassegna, gli autori presentano le informazioni più recenti sui nuovi progressi tecnologici nel campo degli imballaggi alimentari commestibili, le loro nuove applicazioni e forniscono esempi di studi recenti in cui gli imballaggi commestibili hanno anche un ruolo attivo.