donna dolore polso
(Shutterstock.com)

Ci sono rimedi naturali per combattere l’osteopenia? Vediamo quali sono quelli più efficaci e rispolveriamo i consigli della nonna.

L’osteopenia è una condizione che comporta la riduzione della massa ossea al di sotto dei valori considerati normali, ma che non si può ancora definire osteoporosi. Le ossa iniziano ad essere più sottili e deboli e, nella maggior parte dei casi, è un fattore dovuto soprattutto all’avanzare dell’età. Di conseguenza, questa problematica è parte del naturale processo di invecchiamento, motivo per cui non crea sintomi particolari ma predispone alle fratture ossee. Ad essere maggiormente interessati dall’osteopenia sono: anziani, donne in menopausa, fumatori, alcolizzati, persone sottopeso o malnutrite.

Per tenere sotto controllo l’osteopenia e rallentare il più possibile la trasformazione in osteoporosi si devono adottare alcuni comportamenti che, in sostanza, rientrano tutti nell’avere uno stile di vita sano. Innanzitutto, è consigliato avere un’alimentazione corretta, abolire il fumo (sia attivo che passivo), ridurre il consumo di alcolici al minimo e dedicare almeno tre giorni a settimana all’attività fisica. In tavola mettete soprattutto cibi ricchi di calcio e vitamina D, come: latte e derivati, verdure a foglia verde, salmone, tonno, sardine e tuorlo dell’uovo. Laddove la dieta non sia sufficiente, è consigliato utilizzare integratori ad hoc.

donna divano dolore
(Shutterstock.com)

Osteopenia: rimedi naturali efficaci

Sul versante dei rimedi naturali, ci sono diverse piante utili a contrastare l’osteopenia. Alcune possono essere introdotti nella dieta, mentre altre con integratori ad hoc che le contengano come ingredienti principali. Quelli più indicati, utili anche in caso di osteoporosi, sono: pueraria mirifica, equiseto, ortica, salvia, actea racemosa, erba medica, ribes nero, mirtillo rosso, vite, alghe, arancia, carota, castagna, cavolo, ciliegia, dattero, fragola, grano saraceno, lattuga, mele, orzo, prezzemolo, sedano, soia, rovo e correggiola. E’ bene sottolineare che, prima di assumere un integratore, è consigliato chiedere consiglio al proprio medico.