olio spighe grano
(shutterstock.com)

Quali sono le proprietà dell’olio di germe di grano? Vediamole tutte, insieme agli usi e ad eventuali controindicazioni da tenere a mente.

L’olio di germe di grano è un olio vegetale che, grazie alle sue tante proprietà, può essere utilizzato sia in campo cosmetico che culinario. Ottenuto dalla spremitura a freddo dell’embrione del chicco di frumento, ovvero la parte più ricca di nutrimenti di tutta la pianta, contiene numerose vitamine, sali minerali, acidi grassi e proteine. Si presenta denso, con un colore giallo ocra, e ha un odore molto delicato. Con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, questo prezioso olio vegetale è consigliato per tenere a bada la glicemia alta e le problematiche cardiovascolari, nonché per combattere l’invecchiamento cellulare e i radicali liberi. Non solo, è utile anche per contrastare il colesterolo e i trigliceridi alti e per garantire il benessere del sistema nervoso centrale e apportare una buona dose di energia fisica.

Come se non bastasse, l’olio di germe di grano è consigliato anche durante la gravidanza, perché fonte di vitamina E, e nelle diete delle persone che intendono perdere peso. Dulcis in fundo, è utile per combattere la stitichezza perché ha leggere proprietà lassative. E’ bene sottolineare che questo olio vegetale è ricco di grassi buoni della serie Omega 6, motivo per cui non bisogna mai eccedere con le quantità. Un sovradosaggio di questi lipidi può favorire un’infiammazione. Pertanto, per quel che riguarda l’alimentazione quotidiana, non abbandonate mai l’olio extravergine di oliva. Se proprio non riuscite a fare a meno del collega di germe di grano non superate mai 30 grammi totali, pari a 3 cucchiai.

olio germe di grano crema
(shutterstock.com)

Olio di germe di grano: usi e controindicazioni

L’olio di germe di grano, a patto che non si abbiano problemi con il glutine e che sia specificato in etichetta l’uso alimentare, può essere utilizzato in cucina, sia per ricette dolci che salate. Volendo, per condimenti a crudo, potete anche mescolarlo con l’olio extravergine di oliva. Due raccomandazioni: fate attenzione alla conservazione – mai all’aria e sempre al buio – perché facilmente deperibile e non utilizzatelo mai per friggere, visto che il suo punto di fumo è piuttosto basso. Per quel che riguarda gli integratori, sia in capsule che liquidi, fate riferimento al dosaggio consigliato dall’erborista o dal farmacista di fiducia. Come già anticipato, l’olio di germe di grano è utile per il benessere di pelle e capelli. Nel primo caso, aiuta a mantenere giovane e levigata l’epidermide. Nel secondo nutre a fondo la chioma sfibrata e spenta, specialmente quando si fanno impacchi pre-shampoo.

Per quel che riguarda le controindicazioni, questo olio vegetale, a patto che non si esageri nelle dosi, non presenta particolari effetti collaterali. Ovviamente, quanti hanno problemi con il glutine possono consumarlo solo se l’etichetta riporta la dicitura gluetn free. In ogni modo, assicuratevi sempre di acquistare un prodotto biologico e ottenuto tramite spremitura a freddo.