olio essenziale annusare donna
(Shutterstock.com)

Quali sono le proprietà dell’olio 31? Scopriamole tutte, insieme agli usi e alle controindicazioni da tenere bene a mente.

L’olio 31 è un mix di oli essenziali ricavati da diverse erbe officinali, bacche e radici. Nato in Svizzera, è considerato un rimedio naturale da tenere sempre in casa perché consente di contrastare tante problematiche. Come suggerisce il nome, questo olio nasce dalla miscela di 31 ingredienti, ossia: citronella, limone, menta piperita, menta crispa, finocchio, tea tree, eucalipto, rosmarino, anice, timo, bacche di ginepro, cannella, mentolo, salvia, legno di rosa, mirra, arancio dolce, chiodi di garofano, noce moscata, aglio, ginseng, melissa, pino pumillo, pino silvestre, aneto alpinia, verbena alpinia, vaniglia, violetta, macis, cumino e benzoino.

Considerati i suoi ingredienti, l’olio 31 vanta importanti proprietà: balsamiche, espettoranti, fluidificanti, antinfiammatorie e antidolorifiche. E’ consigliato per trattare diverse problematiche, dal mal di testa ai problemi digestivi, passando per il raffreddore e le gambe affaticate. Per combattere disturbi dell’apparato respiratorio, quali raffreddore, tosse, mal di gola, bronchite e sinusite, potete aggiungere 3 gocce a mezzo bicchiere d’acqua e fare i gargarismi. In alternativa, usatelo per i suffumigi. In caso di problemi articolari o muscolari, mescolatelo ad un olio vettore e massaggiate direttamente sulla zona interessata. Mal di testa? Bastano 2 gocce di oleolito da massaggiare su tempie, fronte e nuca. Per dolori mestruali, invece, mettete qualche goccia su un fazzoletto di cotone e tenetelo a portata di mano: vi basterà respirare la stoffa per provare un po’ di sollievo.

olio essenziale pipetta
(Shutterstock.com)

Olio 31: usi e controindicazioni

L’olio 31 è efficace anche per combattere la fatica delle gambe. Vi basterà preparare una bacinella con acqua calda, aggiungere 5 gocce di oleolito e un cucchiaio di bicarbonato per un pediluvio rigenerante. In alternativa, mescolate 3/4 gocce di olio 31 con l’olio di mandorle e massaggiate dalle caviglie all’inguine. Vi sentirete subito più leggeri. Non dimenticate, poi, che è valido in presenza di problemi dell’apparato digerente. Vi basterà massaggiarlo con un vettore sullo stomaco per la digestione lenta e sulla pancia contro la stitichezza.

Volendo, questo oleolito dalle mille virtù diventa anche un grande alleato di bellezza: è un fantastico antirughe. Aggiungetene 2 gocce alla crema idratante che utilizzate quotidianamente. Questa soluzione è valida anche se avete problemi di acne e brufoli. Se, invece, combattete contro l’alitosi, fate risciacqui con mezzo bicchiere d’acqua e 2 gocce dopo i pasti principali, oppure aggiungetelo al dentifricio o usatelo a mo’ di collutorio, mescolando 4 gocce ad un bicchiere d’acqua. Mal di denti? Basta una goccia sul dente interessato e un risciacquo senza ingoiare.

Sul versante delle controindicazioni, bisogna sempre fare attenzione a non ingerirlo. Il suo uso, infatti, è solo esterno. E’ sconsigliato in gravidanza e a coloro che soffrono di allergie o intolleranze. Prima di utilizzarlo puro è consigliato fare un test di sensibilità e, in ogni modo, mai usarlo in prossimità degli occhi.