Matteo Mazzola DomoFlorea
Matteo Mazzola/ DomoFlorea (Foto Velvet Media)

DomoFlorea: start up innovativa per consegne a domicilio e composizioni personalizzate di fiori in un unico marketplace, il primo in Italia

Il founder di Domoflorea è Matteo Mazzola che, a soli 23 anni, ha deciso di lasciare il posto fisso nel mondo dell’automotive (il padre era responsabile area test di Ferrari), per avviare l’azienda. “L’Idea maturata durante il lockdown, è l’unico modo per trasmettere l’emozione di un fiore a distanza – spiega Mazzola.”

Lui è originario di Modena, ma ha deciso di fondare la propria azienda a Lugano, in Svizzera, dove vive con la famiglia. Peraltro, il padre Luigi è noto nell’ambiente automobilistico per esser stato responsabile della Squadra Test alla Ferrari durante gli anni d’oro dei mondiali di Schumacher.


Il fiore dona sempre emozioni, regalarlo è metafora di stile e dolcezza. Ma non sempre è possibile presentarsi con un mazzo in mano. Le distanze, in questa epoca segnata dal Covid, spesso non permettono neppure di uscire di casa. Da questo nasce l’idea di DomoFlorea, il primo marketplace italiano dedicato solo alla vendita di fiori online. Il modello di business è totalmente innovativo. È una sorta di mercato dei fiori dove tutti i fiorai iscritti possono vendere i loro prodotti e gestire le consegne.

Non più dunque un singolo ecommerce per un solo fioraio. Adesso, chi vuole spedire i fiori può scegliere in una piazza virtuale il negozio cui affidarsi. Ma anche configurare il proprio mazzo di fiori o la propria composizione direttamente online.

Con pochi click, comodamente seduti sul divano di casa, si possono donare fiori in tutta Italia, e qualsiasi altro prodotto floreale, come i centrotavola.

Mazzola, dai motori ai fiori il passo è breve

“Amo il mondo dei motori, la loro musica mi accompagna fin da piccolo, ma ho deciso di fare un cambiamento radicale di vita – racconta Mazzola – .Il green mi affascina, i fiori e le piante sono la mia passione. Così, dopo una attenta analisi di mercato, ho deciso di aprire questo marketplace. In questo modo, i fiorai potranno vendere sul web e fare consegne a domicilio senza doversi dotare di un proprio sito. Il vantaggio è soprattutto per gli amanti dei fiori che potranno scegliere, a distanza, il loro negozio preferito e regalare a chi vorranno un mazzo di fiori, o una pianta, senza neppure muoversi dalla loro casa”.

Il mercato dei fiori, peraltro, è in crescita. Secondo a dati di Euromonitor international, uno dei maggiori fornitori di ricerche di marketing, registra un giro d’affari pari a 100 miliardi di dollari nel mondo. In Italia è di 2,7 miliardi di euro.

In questo contesto si inserisce il business di DomoFlorea, che sarà capace di portare a casa di amanti e mogli, parenti e amici lontani, fiori recisi e fiori secchi. Ma anche piante e mazzi di fiori con la modalità del marketplace che, per la prima volta, arriva in Italia nel mondo dei fiori.

“Se non sai come dirlo, un fiore è sempre la risposta giusta – conclude Mazzola -.E da oggi è possibile, per tutti, parlare a distanza. Anche coi fiori”.