schiena nei
(Shutterstock.com)

Ci sono rimedi naturali per contrastare i nei rossi? Vediamo quali sono quelli più efficaci e rispolveriamo i consigli della nonna.

In gergo medico chiamati angiomi ciliegia, i nei rossi sono macchie cutanee di forma e dimensione variabili, di colore che va dal rosso violaceo al rosso scuro intenso. Generalmente, non sono correlati al cancro della pelle e nascono semplicemente per il proliferare delle cellule che rivestono i vasi sanguigni. Ad oggi, le cause sono ancora sconosciute. Secondo alcuni studi, ci sono fattori che potrebbero essere scatenanti: geni, invecchiamento cutaneo, gravidanza, carenza di vitamina C, malattie del fegato, livelli alti di rame, dominio di estrogeni e tossicità del bromuro.

I punti più colpiti dai nei rossi sono viso, gambe, braccia e tronco, ma non si escludono altre parti del corpo. Accidentalmente, magari per colpa di un trauma, possono sanguinare. Anche se non sono preoccupanti, se notate una forma/dimensione strana (frastagliata e maggiore di 5 millimetri), o avete dei dubbi rivolgetevi ad un dermatologo. In ogni modo, ricordatevi che la prevenzione è fondamentale, non solo per questa problematica. Per il benessere dell’epidermide non dovete mai esporvi al sole senza crema protettiva e in orari in cui i raggi solari sono molto forti. Non si rischiano solo scottature, ma anche melanomi.

nei rossi pelle
(Shutterstock.com)

Nei rossi: rimedi naturali efficaci

Nella maggior parte dei casi, i nei rossi sono una problematica prettamente estetica. Ci sono diversi rimedi naturali efficaci per attenuare il rossore, ma non c’è nulla in grado di eliminarli. L’olio essenziale di lavanda, ad esempio, è un valido alleato. Non dovete fare altro che mescolare 5/10 gocce di oleolito con un olio vettore e applicarlo sulla zona interessata più volte al giorno. Con il passare delle settimane vedrete che il colore delle macchioline andrà ad attenuarsi.

In alternativa potete utilizzare il tea tree oil, un antibatterico efficace anche per le problematiche che riguardano l’epidermide. Mescolate 6/10 gocce di oleolito con un olio vettore e applicate tre o quattro volte al giorno sulla zona interessata. I primi risultati saranno visibili in pochi giorni. Infine, è efficace anche l’aceto di sidro di mele. Vi basterà immergere un bastoncino di cotone nell’aceto e applicarlo sui nei. Per un risultato duraturo potete anche bagnare una garza e attaccarla sulla zona con il nastro chirurgico e lasciare agire.