Cathedral Notre-Dame, Grenoble (Shutterstock.com)

Dal Trentino alla Sicilia, dalla Francia all’Estonia: Upday suggerisce i luoghi più gettonati per trascorrere le festività natalizie

Il periodo natalizio è magico con i suoi paesaggi innevati, le illuminazioni, i mercatini di Natale e le specialità culinarie locali. Le vacanze di Natale generalmente si trascorrono a casa, tra giochi da tavolo e cioccolate calde, ma c’è chi non rinuncia a viaggiare, prediligendo la sostenibilità. A tal proposito, Upday, l’azienda di media e tecnologia, ha proposto 5 idee di viaggio sostenibile adatte per chi vuole concedersi qualche giorno di relax durante le vacanze di Natale.

Grenoble

Grenoble si trova ai piedi delle montagne, nella storica regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi, nel sud-est della Francia. Conosciuta anche come “la capitale delle Alpi”, si è aggiudicata il titolo di Capitale verde europea quest’anno. Nel 2005 è stata la prima città francese ad adottare un piano per il clima, riducendo le emissioni di gas serra del 25% entro il 2016 e impegnandosi a ridurle di un ulteriore 50% entro il 2030. Inoltre, si trova in cima alla graduatoria europea per la mobilità urbana sostenibile, l’uso sostenibile del suolo, del rumore e delle prestazioni energetiche. L’amministrazione ha anche avviato un piano per incrementare il verde pubblico attraverso l’apertura di giardini privati e un programma di piantumazione di alberi.

Cosa vedere

La città vecchia è in assoluto la parte più bella della città e qui si trovano quasi tutte le maggiori attrazioni. Si può cominciare il tour della città vecchia con la Cattedrale di Notre-Dame, risalente all’undicesimo secolo. All’interno c’è un bellissimo coro con un tabernacolo risalente al 1455. Da qui si può raggiungere la pittoresca Place aux Herbes, una piazza medievale che ospita il Farmers’ Markets, il martedì e la domenica mattina.

Il Palais de Justice, risalente al XV – XVI secolo, per 500 anni è stato la sede del Parlamento per il Delfinato. La sua facciata è estremamente elaborata e presenta stili diversi; la parte centrale è quella più antica, creata intorno alla fine del ‘400 con marmo di Echaillon. Il palazzo si trova nella Place Saint-André.

Dirigendosi verso il fiume, lungo Quai Stéphane-Jay, si trova la biglietteria per una dei simboli di Grenoble, la Téléphérique de la Bastille (meglio note come le palle di Grenoble). Queste portano in cima alla collina fino al Fort de la Bastille, da cui si gode in assoluto la vista più spettacolare su tutta Grenoble e le Alpi circostanti. La Bastille, originariamente costruita come luogo di avvistamento e di difesa, è poi diventata prigione e ora ospita numerosi musei e gallerie.

Les Halle Sainte-Claire: è uno dei mercati coperti più amati di Tallinn, in attività dal 1874. Qui si trova il meglio che la cucina francese ha da offrire – formaggi, baguette, carni, pesce, e dolci – da portare via o da consumare al momento.

Jardin de Ville, che si trova ai confini della città vecchia, è un elegante giardino, un tempo proprietà private dei Duchi di Lesdiguières e divenne parco pubblico solo nel 1710. Da qui si può facilmente raggiungere Place de Gordes, una piazza del 18esimo secolo, e la Place Grenette, la principale piazza della città piena di caffè e ristoranti.

Situato in una zona molto pittoresca della città, ai piedi della Bastille lungo il fiume Isère, il Jardin des Dauphins offre una vista spettacolare sul Rabot. Costruito sui resti di un’antica fortificazione, comprende 30 ettari di verde, inclusa un’ampia varietà di alberi centenari e piante esotiche.

Il Musée de Grenoble è uno dei più prestigiosi musei in Francia, e presenta un’eccezionale collezione all’interno di un edificio moderno di oltre 18.000 m2, circondato da un bellissimo parco pieno di sculture. La collezione del museo spazia dagli arbori della civiltà passando dall’arte medievale fino ai pittori europei degli ultimi 5 secoli.

Il Musée Stendhal su Grand Rue è per gli amanti della letteratura francese. Il museo è ospitato in quella che era la casa del nonno di Stendhal, una classica residenza borghese del XVIII secolo dalle bellissime stanze e sontuosi saloni. Dedicato al famoso scrittore e alle sue opere, questo museo vanta una biblioteca che conta circa 1.000 pubblicazioni su Stendhal. 

Scendendo a piedi dalla Bastille, appena passato il Rabot, si trova il Musée Dauphinois – ospitato all’interno del convento di Sainte Marie d’en Haut, risalente al XVII secolo – che presenta la storia e la vita della regione del Dauphiné, attraverso mostre archeologiche, storiche ed etnografiche.

Leggi anche:

Natale 2022, ecco le 5 mete sostenibili in Italia e all’estero
Natale 2022, ecco le 5 mete sostenibili in Italia e all’estero: Trentino
Natale 2022, ecco le 5 mete sostenibili in Italia e all’estero: Veneto
Natale 2022, ecco le 5 mete sostenibili in Italia e all’estero: Agrigento
Natale 2022, ecco le 5 mete sostenibili in Italia e all’estero: Tallinn