Mont Avic (Shutterstock.com)

Un paradiso incontaminato ideale per chi vuole compiere una vacanza lontano dal caos

Turismo sostenibile significa anche soggiornare in hotel ed alloggi che rispettano l’ambiente inquinando il meno possibile. Tra le località dotate di varie strutture di questo genere c’è sicuramente la Val d’Aosta e in particolare la zona del Mont Avic, dove si estende il parco naturale omonimo, che racchiude paesaggi molto suggestivi.

Istituito nel 1989, il Parco naturale Mont Avic è il primo parco naturale regionale della Valle d’Aosta, inoltre è stato dichiarato Sito di importanza comunitaria e Zona di protezione speciale, nell’ambito di “Natura 2000”, la rete ecologica che salvaguarda la biodiversità in Europa. Per chi ama immergersi nella natura, il Mont Avic è l’ideale. I boschi del parco infatti, offrono uno spettacolo di grande bellezza. Più di un terzo dell’area protetta è coperto da estese foreste di pino uncinato, pino silvestre, larice e faggio.

Inoltre, ha molti elementi naturali interessanti: formazioni geologiche particolari; endemismi floristici alpini e associazioni vegetali legate al substrato delle pietre verdi; decine di specchi d’acqua, acquitrini e torbiere, senza eguali per numero ed estensione in Valle d’Aosta; una fauna rappresentata da tutti i più noti animali a diffusione alpina presenti nella regione.

Il Mont Avic, con la sua forma a piramide, è sicuramente una delle più belle montagne valdostane. Un luogo magico, un paradiso incontaminato, dove anche i resort e le strutture alberghiere che vi sorgono, sono ideati per offrire al turista una vacanza all’insegna del relax, abbracciando la natura in ogni sua forma. Il luogo perfetto per rigenerare corpo e spirito.

Chi sceglie questa tappa può godere del silenzio della natura, praticando anche varie attività all’aperto: compiere percorsi di trekking, scoprire la fauna alpina con il Parco Faunistico, partire all’avventura con percorsi di canyoning e mountain bike d’estate o cascate ghiacciate, sci alpinismo e ciaspolate d’inverno. Oppure ancora, pescare.