La moda lanciata dalle celebrities sta prendendo piede anche in Italia: fra capi evergreen e piccoli ritocchi il vintage ti fa bella.

Per risparmiare, per dire basta all’incessante spreco di risorse e tutelare l’ambiente, per avere uno stile unico: le ragioni per vestire low cost, attingendo all’insesauribile fonte dei mercatini dell’usato, sono davvero tante. Non ultima: essere alla moda! Sì perché le celebrities che si fanno fotografare mentre acquistano capi ai mercatini e nei negozi del vintage sono sempre di più e fanno tendenza. Per acquistare capi di seconda mano ed essere super stilose come le nostre icone di stile basta conoscere i trucchi che possono cambiare davvero il nostro rapporto con l’armadio… in meglio! Eccoli per voi. –

Tutto comincia dall’armadio: il segreto è partire da ciò che abbiamo già. Almeno una volta all’anno svuotiamo completamente armadi e cassetti e passiamo al setaccio i capi. E’ il momento di essere impietosi: eliminiamo tutto ciò che non indossiamo da almeno un anno. Mettiamo da parte i capi “incerti” . Ci riserveremo di dare un’occhiata nelle prossime stagioni: potremmo scoprire degli impensabili ritorni di moda… Prima di riporre ciò che resta, scateniamo la creatività: proviamo a creare nuovi outfit e fotografiamoli: avremo una galleria di suggerimenti sempre pronti all’uso!

E’ il momento di fare ordine: sistemiamo i capi per tipo (gonne con gonne e così via), avendo cura che ogni pezzo sia ben visibile. E’ molto frequente, infatti, dimenticare un capo anche per un’intera stagione, per il solo fatto di non vederlo. L’ideale sarebbe appendere il più possibile, per il top della visibilità. Completato quest’ultimo step avremo chiare eventuali lacune da colmare o surplus da stoppare…

Un dettaglio… e tutto cambia. Prima di eliminare per sempre i capi che non ci piacciono più valutiamo la possibilità di trasformarli. Un jeans lungo può diventare un bellissimo paio di shorts, una maglia anonima può diventare stilosa con l’applicazione di un dettaglio fashion, facciamo amicizia con la macchinetta leva “pallini” per rinnovare i capi in lana e così via. Il web, inoltre, offre infinite idee per trasformare qualsiasi capo in un pezzo unico e bellissimo.

Le basi: acquistare ai mercatini dell’usato può stimolare enormemente la fantasia. Ma prima dobbiamo essere sicuri di possedere “i fondamentali”. Nel nostro armadio non devono mancare, infatti, i capi base, con i quali creare look impeccabili e adatti ad ogni situazione e sui quali inserire i nuovi elementi. Ecco quali sono: una camicia bianca; almeno un blu jeans che ci stia molto bene; un abitino nero (Coco Chanel insegna…); un chiodo di pelle; la decolleté nera con tacco alto; la scarpa stringata nera; una grande borsa nera; una piccola borsa nera; un trench; una giacca nera.

Gli intramontabili da comprare al volo: le possibilità che offre un mercatino o un negozio dell’usato sono infinite. Ma se volete andare sul sicuro accaparratevi i capi delle tendenze evergreen: non passano mai di moda, o comunque toneranno sulla breccia. Parliamo di pois, righe, il trench, le sneakers bianche, la giacca di jeans, i pantaloni neri classici, il cappotto cammello, la pochette gioiello, i capi animalier, il pizzo, il color corallo (must per questa estate), i cargo militari e i pantaloni over in generale, il dolce vita monocromatico, il cappotto blu doppiopetto, il jeans nero, le giacche di pelle, il morbido maglioncino in cachemire, il bomber, la gonna longuette, la camicia scozzese, la polo, la t-shirt stampata, il cardigan. –

Accessoriamoci! Impariamo a valorizzare anche un look semplice e low cost con gli accessori. Nei negozi vintage se ne trovano di straordinari: via libera dunque a collane, spille, orecchini, cinture, borse. Anche un solo pezzo può trasformare la nostra mise.

Rinnoviamoci! Vendiamo o scambiamo ai mercatini dell’usato ciò che non mettiamo più: con poco riuisciremo ad avere sempre nuovi outfit, risparmiando e facendo del bene all’ambiente!