donna sveglia letto
(shutterstock.com)

Quali sono le proprietà della melatonina? Scopriamo gli usi ed eventuali controindicazioni di questo prezioso rimedio naturale.

Ormone prodotto naturalmente dal nostro organismo, la melatonina aiuta a mantenere e a ristabilire il giusto equilibro tra il sonno e la veglia. In alcuni periodi può capitare che i livelli di melatonina, così come quelli del gaba, siano inferiori rispetto al solito. In casi come questo possono verificarsi diverse problematiche, come: insonnia, risveglio precoce oppure difficoltà ad addormentarsi. Questo ormone, oltre a regolare il riposo, contribuisce ad aumentare le difese immunitarie dell’organismo, regolare il ritmo circadiano, ovvero la variazione ciclica delle attività naturali e biologiche, e svolge un’attività antiossidante. Fortunatamente, quando i livelli si abbassano ci sono gli integratori, puri o contenenti altre sostanze, che vengono in nostro soccorso.

E’ bene sottolineare che la produzione naturale di melatonina è legata all’esposizione alla luce: diminuisce quando questa è più intensa, mentre aumenta con il buio. Generalmente, il picco massimo si raggiunge tra le 2:00 e le 4:00. Calcolate, inoltre, che una fonte di luce diffusa durante la notte può bloccare la produzione dell’ormone e, di conseguenza, causare disturbi del sonno. Infine, onde evitare ansie inutili, ricordate che questo ormone ha un andamento stagionale, con livelli minori in estate e maggiori in inverno.

Sonnolenza
(shutterstock.com/fizkes)

Melatonina: usi e controindicazioni

La melatonina è consigliata per diverse problematiche: difficoltà nel prendere sonno, insonnia, jet leg, disturbi del sonno legati agli orari di lavoro o causati da patologie importanti. Generalmente, la melatonina si può acquistare senza necessità di prescrizione medica in dose non superiore ad 1 mg. Per dosaggi maggiori è necessaria la ricetta del dottore perché il Ministero della Salute ha stabilito che corrisponde ad un vero e proprio farmaco. Pertanto, per quel che riguarda l’assunzione, attenetevi alle indicazioni dell’erborista o del medico, ma non dimenticate che va presa almeno 30 minuti prima di andare a dormire.

Pur essendo un rimedio naturale prezioso, la melatonina presenta delle controindicazioni da tenere bene a mente. In primis, coloro che presentano un’allergia ad uno o più componenti se ne devono tenere alla larga. Inoltre, il suo consumo è sconsigliato a coloro che soffrono di malattie a carico del sistema epatico o renale, hanno una patologia autoimmune e alle donne in gravidanza o in allattamento. Infine, datosi che la melatonina provoca sonnolenza, è bene non guidare durante il giorno o, almeno, nelle cinque ore seguenti l’assunzione.