melassa nera
Melassa nera: proprietà e benefici

La melassa nera è un dolcificante naturale simile al miele. Le sue proprietà sono diverse: i benefici e le controindicazioni.

Simile al miele scuro, la melassa nera si ricava dalla canna da zucchero. Diffusa soprattutto in Thailandia, Brasile, USA e Filippine, sta prendendo piede anche in Italia. Grazie alle sue proprietà, infatti, è considerata più pregiata rispetto alla sua variante bianca. E’ fonte di carboidrati, proteine, sali minerali e vitamine. Nello specifico contiene magnesio, potassio, fosforo, rame, calcio, cromo e ferro.

Questo rimedio naturale, spesso utilizzato come dolcificante, può apportare molti benefici all’organismo. Innanzitutto è un potente energizzante ed è consigliato soprattutto durante la gravidanza, dopo un periodo di malattia o nei mesi più caldi dell’anno. Inoltre, grazie ai polifenoli, è ricca di principi antiossidanti che consentono di contrastare lo stress ossidativo. Utile anche in casi di allergia – può essere assunta preventivamente – è l’ideale anche quando si ha bisogno di stimolare la diuresi e contrastare la ritenzione idrica.

Tutto qui? Ovvio che no. La melassa nera, grazie alla presenza di calcio, stimola la densità ossea, remineralizza i denti ed elasticizza muscoli e tendini. E’ considerata anche un ottimo rilassante, ma, allo stesso tempo, contrasta gli eccessi di stanchezza e stress. Dulcis in fundo, svolge un’azione antinfiammatoria, contrasta l’emicrania, l’insorgere di dolori articolari, i reumatismi e la formazione di edemi.

Melassa nera: usi e controindicazioni

Assumere la melassa nera periodicamente è una buona abitudine, che aiuta a migliorare le funzioni dell’organismo. E’ bene sottolineare che il suo sapore è leggermente più amaro del miele, si avvicina a quello della liquirizia. Per consumarla è consigliato sciogliere due cucchiai in una tazza d’acqua calda. Questo rimedio naturale è utile in casi di anemia, stipsi, glicemia alta, dismenorrea e in caso di stanchezza in gravidanza.

Per quanto riguarda le controindicazioni, non ci sono problemi di alcun tipo, a patto che vengano rispettate le dosi consigliate. Anche i diabetici, infatti, possono utilizzare la melassa nera, facendo sempre attenzione a non abusarne.