Mano di buddha
(shutterstock.com/Peera_stockfoto)

La mano di Buddha è un agrume che ha una forma particolare. Scopriamo insieme le sue proprietà e le controindicazioni.

Agrume dall’aspetto davvero singolare, la mano di Buddha possiede molte proprietà benefiche. Appartiene alla varietà di cedro Citrus Medica Sarcodactylus ed ha un aspetto particolare perché i suoi spicchi si diradano formando dei prolungamenti che sono molto simili alle dita. Pertanto, la forma del frutto ricorda quella di una mano: da qui il suo nome bizzarro ed unico al tempo stesso. Cresce per lo più in Cina, Giappone e India del Nord, specialmente dove il clima è maggiormente temperato.

La buccia della mano di Buddha è spessa, rugosa e bitorzoluta. Contiene una piccola quantità di polpa acida e si presenta spesso privo di semi. Il suo profumo è a dir poco inebriante, motivo per cui viene anche utilizzato per profumare la biancheria, mentre il suo sapore ricorda quello dei cedri. In Cina, questo agrume è considerato simbolo di buon auspicio e ogni casa ne possiede almeno uno. Viene utilizzato non solo in cucina, ma anche come ornamento per abbellire tavole, ambienti e regalato anche agli ospiti importanti. Inoltre, il suo consumo viene consigliato per tonificare e stimolare l’organismo. Dulcis in fundo, è considerato capace di portare prosperità, fertilità e longevità. In Giappone, invece, è uno dei regali tipici che le persone che si scambiano il giorno di Capodanno per augurarsi reciprocamente buona fortuna.

Mano di buddha pianta
(shutterstock.com/Gardens by Design)

Mano di Buddha: proprietà e controindicazioni

L’agrume mano di Buddha ha tantissime proprietà. E’ espettorante, per cui è uno dei rimedi più rapidi contro la tosse, ed è antidolorifico e antinfiammatorio, soprattutto in casi di gonfiore e contusioni. Inoltre, l’estratto alcolico di questo frutto agisce come vasodilatatore e regolarizza la pressione sanguigna, riducendo così il rischio di ictus o di attacco cardiaco. Utile per aumentare in modo naturale il sistema immunitario, è consigliato anche nel trattamento della sindrome premestruale e per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Che dire, poi, dei benefici gastrointestinali? Avendo un effetto calmante sui muscoli intestinali, aiuta a combattere costipazione, gonfiore, mal di stomaco, crampi e diarrea. Dulcis in fundo, essendo ricchissimo di vitamina C, apporta tanti benefici anche alla pelle.

La Mano di Buddha può essere consumata cruda o sotto forma di marmellata, mentre la sua buccia è indicata per fare ottimi canditi oppure tritata e aggiunta per dare sapore alle pietanze, sia dolci che salate. Questo prezioso rimedio naturale non presenta controindicazioni, ma se avete allergie o intolleranze, prima di inserirlo nella vostra dieta, chiedete il parere del medico.