alimenti magnesio
(Shutterstock.com)

Quali sono le proprietà del magnesio? Scopriamole tutte, insieme ai benefici e al fabbisogno giornaliero necessario per stare bene.

Minerale essenziale, il magnesio garantisce il normale funzionamento dell’intero organismo: dall’apparato muscolo-scheletrico al nervoso centrale, passando per il sistema immunitario e quello cardio-circolatorio. Tante le sue proprietà: regola il battito cardiaco e la pressione, garantisce la solubilità del calcio nelle urine contrastando i calcoli renali, allontana i crampi, le lussazioni e le fratture ed è un ottimo depurativo. Non solo, è in grado di attenuare i dolori mestruali e i disturbi legati alla sindrome premestruale e alla menopausa, regolare l’attività dell’intestino, e contrastare la sindrome del colon irritabile e l’acidità di stomaco.

Il fabbisogno di magnesio varia in base all’età e al sesso, ma solitamente è parecchio elevato dopo i 65 anni e in gravidanza. In questi casi, oltre all’incremento di cibi che contengono magnesio, è indicata l’assunzione di integratori alimentari ad hoc. In ogni caso, se ne dovrebbero assumere tra i 300 e i 500 mg al giorno. Generalmente, la carenza di questo minerale si manifesta con sintomi sia fisici che psicologici, come: cefalee, disturbi del sonno, problemi intestinali, disturbi circolatori, crampi e spasmi muscolari, eretismo cardiaco, confusione mentale, ansia, nervosismo, irritabilità e stanchezza immotivata. Il primo campanello d’allarme è la comparsa di macchie bianche sulle unghie.

magnesio alimenti ricchi
(Shutterstock.com)

Dai cibi ricchi di magnesio ai rimedi naturali

Il magnesio, fortunatamente, è presente in quasi tutti gli alimenti, soprattutto: cereali integrali (miglio e grano saraceno in primis), legumi (lenticchie, ceci, soia, fagioli bianchi e borlotti), pesce, carne, latticini, verdure a foglia verde (spinaci, cavolini di Bruxelles, bietola, rucola, cicoria, broccoli), frutta fresca (banane, meloni, uva, more, lamponi, fragole, ciliegie) e secca/disidratata (mandorle, noci del brasile, noci, arachidi, pistacchi, datteri, fichi secchi e albicocche secche), semi oleosi (sesamo, zucca e girasole), cioccolato fondente e sale marino integrale.

Generalmente, è consigliato assumere integratori quando il magnesio è carente, in presenza di disturbi specifici e, in modo ciclico, dopo i 40 anni. In alternativa, si possono scegliere anche i rimedi omeopatici (il più noto è Magnesia Phosphorica), gli oligoelementi e i sali di Schussler.