Isola di Maiorca, Spagna (Shutterstock.com)

L’arcipelago del Mediterraneo, attraverso una serie di iniziative, mira ad incentivare il suo turismo non solo d’estate ma per tutto l’anno

Mare cristallino, chilometri di spiagge dalla sabbia finissima, sole cocente, ottima cucina e un’esuberante vita notturna. Le Isole Baleari – situate tra la Spagna e la costa nordafricana e circondate dalle acque del Mediterraneo – rientrano tra le mete più ambite per chi vuole passare una vacanza all’insegna del relax, a contatto con i parchi e i monumenti naturali, il fermento culturale e la movida. Ma oltre a tutto questo, sono ora la meta preferita anche di chi ricerca la sostenibilità, la sicurezza e l’innovazione.

L’Agenzia per la strategia del turismo delle Isole Baleari (AETIB) infatti, sta puntando a consolidare l’arcipelago come luogo di cui godere non solo d’estate ma per tutto l’anno, grazie a servizi d’eccellenza, all’adozione dei più rigorosi protocolli sanitari e d’igiene e all’elaborazione delle Linee guida d’azione di prevenzione del Covid-19 per tutti i settori del turismo. A tal proposito, diverse sono le misure adottate, come il controllo della capienza nei locali, la misurazione di CO2 nell’aria per una corretta ventilazione negli spazi chiusi e l’implementazione di “bolle sociali” sul posto di lavoro.

Inoltre, il Servizio sanitario delle Isole Baleari ha creato più di 50 centri autorizzati per permettere a coloro che soggiornano in una delle isole dell’arcipelago spagnolo, di effettuare un test anti Covid-19, oltre al fatto che fino al 31 dicembre 2021, i viaggiatori possono usufruire anche dell’assistenza medica gratuita in viaggio fornita dalla compagnia assicurativa “Race”, con la copertura per le spese di trasporto, rimpatrio o prolungamento del soggiorno derivanti dal Coronavirus. E pertanto, sono stati allestiti anche gli “hotel ponte”, per fornire un’adeguata assistenza sanitaria alle persone positive o in quarantena.

Per quanto riguarda invece la sostenibilità, le Isole Baleari hanno applicato un’Imposta di turismo sostenibile (ITS), grazie alla quale, già dal 2016, chiunque pernotti negli alloggi turistici dell’arcipelago, potrà investire in progetti mirati a fornire un ambiente e un servizio migliore a turisti e residenti. L’obiettivo è quello di destagionalizzare il tradizionale turismo estivo, attraverso punti di forza come cultura, sport, ecoturismo e turismo sportivo, gastronomia, lusso, salute e benessere e il cosiddetto “Mice”, ossia Meetings, incentives, conferences, exhibitions. Le Baleari, grazie ad un clima mite e caldo tutto l’anno e ai paesaggi naturali mozzafiato, ideali anche per gli amanti delle attività all’aperto, possono permettersi senza difficoltà di ospitare turisti in ogni stagione dell’anno.