shutterstock.com

Riassumere ex minatori per impiegarli nella costruzione di 800 pale eoliche

Goldwind è un’azienda cinese che produce turbine eoliche e che sta per avviare un programma di formazione gratuita per convertire i minatori in operai per l’eolico nello Wyoming, noto per l’estrazione del carbone. Lo stato produce più carbone di qualsiasi altro negli Usa, e ha contrastato la marcia dell’eolico imponendo una tassa speciale sulla produzione di energia dal vento.

L’obiettivo dell’iniziativa è infatti quello di installare più di 800 pale eoliche in questa area. La compagnia è intenzionata ad arruolare ex minatori disoccupati, già dotati di competenze meccaniche ed elettriche, per inserirli in un organico nel campo dell’eolico.

Statistiche

Stando alle statistiche pubblicate dal New York Times, le offerte di lavoro nel settore dell’eolico cresceranno del 108% entro il 2024, ed attualmente l’eolico in USA produce 82 GW, così da garantire il fabbisogno elettrico a circa 24 milioni di case americane ogni anno. on queste cifre incoraggianti, grazie anche all’avvio delle prime turbine offshore degli Usa, l’eolico produce il 5% dell’elettricità complessiva.

Soddisfatto della proposta della Goldwind Robert Goldby, direttore del Center for Energy Economics and Public Policy dell’Università del Wyoming, il quale ha affermato che questa iniziativa può essere il primo step di un nuovo corso delle rinnovabili negli Stati Uniti.

Come ha spiegato lo chief executive della Goldwind in america David Halligan, a proposito del programma di formazione dei lavoratori provenienti dalle miniere, «possiamo trovare i lavoratori giusti e allo stesso tempo aiutare delle persone che stanno affrontando delle criticità sul mercato del lavoro: sono convinto che questa sia la tipica situazione win-win».