Arte ecologica

L’arte può salvaguardare gli ecosistemi e sensibilizzare il pubblico alla tutela ambientale

L’arte ecologica è una pratica artistica che cerca di preservare le forme di vita, le risorse e l’ecologia della Terra, applicando i principi degli ecosistemi alle specie viventi e ai loro habitat.

È un genere che coinvolge il ripristino dei sistemi ecologici funzionali, nonché interventi socialmente impegnati e basati sulla comunità. In essa infatti compare anche l’arte del restauro della terra il cui obiettivo è quello di riabilitare l’ambiente esteticamente e di ripristinare sistemi ecologici. L’arte ecologica si rivolge anche alla politica, alla cultura, all’economia, all’etica e all’estetica poiché influiscono sulle condizioni degli ecosistemi.

Gli artisti creano opere per sensibilizzare e stimolare il pubblico sui problemi ambientali e attivare il cambiamento delle coscienze e dei comportamenti e anche delle azioni politiche. Spesso sono progetti di bonifica o ripristino di ambienti inquinati e danneggiati. Questi artisti lavorano spesso con scienziati ambientali, architetti paesaggisti e urbanisti. Le opere coinvolgono le comunità nel ripristino del paesaggio e nella salvaguardia di esso e a volte sono realizzate utilizzando gli stessi elementi della natura come l’acqua, la luce del sole, le piante ecc…

E’ un’arte di risposta alla crisi ambientale globale e applica diversi metodi dalla scultura alla pittura, dalla fotografia al video, dall’installazione ambientale al design ecc…

Questa arte è anche legata all’educazione artistica e ambientale per sviluppare consapevolezza con i concetti ambientali, come la conservazione e la ricostruzione di edifici, la riabilitazione e la sostenibilità portando a progetti innovativi che facciano attenzione al cambiamento climatico e al consolidamento della relazione globale degli esseri umani alla Terra.