occhio lacrime
(shutterstock.com)

Cosa fare per contrastare la lacrimazione? Vediamo quali sono i rimedi naturali più efficaci e rispolveriamo i vecchi consigli della nonna.

La lacrimazione eccessiva, in gergo medico definita epifora, è una problematica che può essere momentanea o cronica. Generalmente, l’occhio lacrima quando si difende da agenti irritanti esterni oppure in risposta ad una emozione particolarmente forte. E’ bene sottolineare che le lacrime sono un elemento importantissimo, visto che è da loro che dipende la lubrificazione dell’occhio, nonché la sua nutrizione e pulizia. Nella norma, la quantità di liquido che fuoriesce dagli occhi è costante perché c’è un ‘sistema’ che drena le lacrime in eccesso. Quando questo ‘meccanismo’ smette di funzionare correttamente, si manifesta l’epifora, problematica che può causare una lacrimazione talmente abbondante da arrivare a bagnare il collo.

Le cause della lacrimazione eccessiva sono tante: dalle patologie oculari (congiuntivite, orzaiolo, glaucoma, etc…) alle allergie, passando per gli agenti esterni, le infezioni delle vie respiratorie, il restringimento o l’occlusione delle vie lacrimali e le problematiche alle palpebre. Pertanto, la prima cosa da fare è capire il motivo per cui l’epifora si manifesta. Sia che il disturbo sia cronico che momentaneo, ci sono diversi rimedi naturali che vale la pena provare.

donna mano occhio
(shutterstock.com/Prostock-studio)

Lacrimazione: rimedi naturali efficaci

La lacrimazione eccessiva, oltre alla fuoriuscita incontrollata delle lacrime, annebbia la vista, arrossa gli occhi, provoca un rigonfiamento delle palpebre e la formazione di addensamenti secchi di secrezione lacrimale attorno agli occhi. Il primo rimedio naturale efficace per contrastare questa problematica è la calendula, che vanta proprietà lenitive, astringenti e antisettiche. In alternativa, utilizzate la vecchia e cara camomilla. Anche l’eufrasia, con virtù decongestionanti ed antinfiammatorie, è efficace, così come la amamelide, astringente e leggermente anestetica. Qualsiasi pianta scegliate, preparate un infuso, attendete che sia tiepido e fate degli impacchi con garza sterile; oppure acquistate in erboristeria colliri che le contengano come ingrediente principale.

Un altro rimedio utile, da utilizzare solo dopo consiglio medico, è l’acido ialuronico che aiuta a mantenere costante il livello di lubrificazione dell’occhio, riducendo anche la sindrome dell’occhio secco. Se avete un po’ di acqua di rose, dalla proprietà antisettica, è l’ideale: questo rimedio è valido anche per trattare le occhiaie.