shutterstock.com

4 ragazzi catanesi decidono di sfruttare le potenzialità del bamboo col progetto Laboo Design

4 ragazzi siciliani, Filippo Condorelli, Giuseppe Nicotra, Pierpaolo Murabito e Mario Condorelli, hanno avviato il progetto Laboo Design nel 2015. L’idea è frutto dei viaggi all’estero dell’ingegnere Filippo Condorelli, Ceo e designer di Laboo. Qui egli scopre la versatilità del bamboo. Dopo l’università, Filippo e Giuseppe rientrano a Catania da Pavia, dove hanno studiato, e decidono di scommettere su questa risorsa, insieme agli amici Pierpaolo e Giuseppe.

Inizi

I 4 soci iniziano a studiare a fondo il bamboo e le sue potenzialità, scoprendo che si tratta di una pianta presente in abbondanza in Sicilia. Diventano quindi gestori di un bambuseto a Palazzolo Acreide, in provincia di Siracusa. In questo modo, hanno la possibilità di avere la materia prima dei loro prodotti immediatamente disponibile e di studiare da vicino la gestione e tutte le caratteristiche e le tipologie di questa pianta. Iniziano costruendo una bicicletta con telaio in bamboo, usabile nella vita quotidiana. Il progetto è semplice ma versatile. Nel 2016 il team vince la call per start up “Da idea a progetto” ed entra a far parte della rete internazionale di Impact HUB. I ragazzi diventano poi co-fondatori di Millegradi, un incubatore di imprese che si occupano di bio-edilizia.

Scelta

Perché la scelta dei fondatori di Laboo è caduta proprio sul bamboo?

Il bamboo è versatile e poco usato, è più resistente di altre fibre vegetali e meno pesante e più green dell’acciaio.

Il bamboo è poi un materiale completamente ecosostenibile, sempre pronto ad accogliere progetti architettonici. Con un finanziamento europeo, nella provincia di Sichuan, si sta provvedendo alla ricostruzione degli alloggi locali: in caso di terremoti il bamboo si presta bene, essendo flessibile.

Nelle Hawai, altra zona a forte rischio sismico, il materiale è stato ritenuto talmente resistente ai terremoti, che è stato impiegato persino nella costruzione degli edifici governativi.

Il bamboo è una pianta a crescita molto più rapida della maggioranza degli alberi esistenti, è molto forte, in rapporto al suo peso e può essere utilizzato sia come materiale da costruzione strutturale, che nelle finiture e nella produzione di manufatti leggeri. La sua coltivazione poi non richiede fertilizzanti e questo lo rende ancora più sostenibile.

Il materiale, inoltre, ha capacità di assorbire anidride carbonica e rilasciare ossigeno nell’atmosfera in quantità elevate e maggiori rispetto ad altre piante.