Harpers Ferry, West Virginia

Al secondo posto nel libro “Best in Travel” lo stato americano quasi interamente ricoperto di montagne e di altopiani

Come da tradizione, anche quest’anno Lonely Planet, la bibbia dei viaggiatori di tutto il mondo, con il libro “Best in Travel”, ha svelato i 10 migliori paesi, città e regioni, che praticano il turismo sostenibile, da visitare il prossimo anno. Al secondo posto della classifica delle 10 regioni più sostenibili al mondo, si piazza il West Virginia, negli Stati Uniti.

West Virginia

Lo Stato del West Virginia, prende il nome di State Mountain, per via della sua particolare conformazione geografica, essendo quasi interamente ricoperto di montagne e di altopiani anche piuttosto impervi da raggiungere. Il West Virginia è stato occupato da pionieri soprattutto inglesi e antischiavisti che sono rimasti fedeli all’Unione durante la Guerra di Secessione. A seguito di una votazione che ha visto quasi la totalità delle preferenze per la costituzione di uno Stato a sé stante, la parte occidentale della Virginia si è resa indipendente dal resto del territorio.

Da visitare è sicuramente la capitale Charleston, che però non ha un grande interesse artistico, ma vanta palazzi di epoca coloniale e il Festival delle arti e dei mestieri, che è il più grande di tutta la catena dei monti Appalachi. Di maggiore interesse artistico ma soprattutto storico è Harpers Ferry, una cittadina quasi interamente ricostruita dopo la guerra di secessione, ma che vanta ad oggi un nucleo centrale urbano in cui poter rivivere le atmosfere risalenti all’America del 1600.

Anche a Lewisburg si possono ammirare numerose case ottocentesche, ma le principali attrazioni del West Virginia sono legate al suo paesaggio naturale e alle possibilità che esso offre in termini di attività sportive all’aperto e di avventure estreme, come parapendio o bungee jumping dai numerosi ponti sospesi, arrampicate ed escursioni.

Il paesaggio naturale è quello che risulta essere più degno di nota nello Stato. Numerose sono le foreste di querce, conifere, i lunghi fiumi con le rapide e le montagne che permettono escursioni e passeggiate all’insegna dell’avventura. Anche i Monti Allegani, oltre agli Appalachi, attirano molti visitatori. I piccoli centri urbani offrono il minimo indispensabile, per salvaguardare il paesaggio naturale. I parchi sono raggiungibili anche attraverso alcune antiche linee in cui fanno servizio turistico ancora vecchi treni a vapore.

Leggi anche:

Turismo sostenibile, ecco la top ten di “Best in Travel”
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Isole Cook
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Norveglia
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Mauritius
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Belize
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Slovenia
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Anguilla
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Oman
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Nepal
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Malawi
La top ten dei paesi più sostenibili secondo Lonely Planet: Egitto
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Auckland
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Taipei
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Friburgo
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Atlanta
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Lagos
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Nicosia/Lefkosia
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Dublino
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Mérida
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Firenze
La top ten delle città più sostenibili secondo Lonely Planet: Gyeongju
La top ten delle regioni più sostenibili secondo Lonely Planet: Fiordi Occidentali