shutterstock.com

E’ la più grande al mondo ed è capace di alimentare 30mila abitazioni

L’Australia viveva un periodo di forti blackout nazionali. Un giorno, il premier dell’Australia Meridionale Jay Weatherill ricevette un messaggio dalla compagnia Tesla di Elon Musk, con un’offerta allettante: costruire la più grande batteria al mondo.
Subito si era pensato ad una “iperbole pubblicitaria” come dichiarato da Mike Cannon Brookes, multimiliardario australiano, il quale ricevette un messaggio da parte di Tesla: avrebbero costruito la batteria in questione in meno di 100 giorni; “è abbastanza seria per te?” chiude l’imprenditore statunitense.

Il sistema

Di certo la più grande batteria del mondo non può passare inosservata. L’enorme sistema di accumulo energetico firmato Tesla è infatti grande quanto un campo da football americano. Capace di dare energia a 30mila abitazioni, è la dimostrazione piena e indiscutibile che niente è impossibile in campo energetico, a patto che in campo ci siano da una parte un costruttore e imprenditore come Elon Musk, e dall’altra uno Stato aperto all’innovazione e del tutto contrario a restare vittima di continui black out, come per l’appunto l’Australia Meridionale. La batteria più grande del mondo è stata costruita in un batter d’occhio, è già accesa, eppure gli scontri ideologici intorno a questo impianto sono tutt’altro che estinti. I difensori delle energie fossili, infatti, non demordono.


Di certo la più grande batteria del mondo non può passare inosservata. L’enorme sistema di accumulo energetico firmato Tesla è infatti grande quanto un campo da football americano. Capace di dare energia a 30mila abitazioni, è la dimostrazione piena e indiscutibile che niente è impossibile in campo energetico, a patto che in campo ci siano da una parte un costruttore e imprenditore come Elon Musk, e dall’altra uno Stato aperto all’innovazione e del tutto contrario a restare vittima di continui black out, come per l’appunto l’Australia Meridionale. La batteria più grande del mondo è stata costruita in un batter d’occhio, è già accesa, eppure gli scontri ideologici intorno a questo impianto sono tutt’altro che estinti. I difensori delle energie fossili, infatti, non demordono.