issopo pianta fiori
(Shutterstock.com)

Quali sono le proprietà dell’issopo? Scopriamole tutte, insieme agli usi e alle controindicazioni da tenere bene a mente.

Appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, l’issopo è una pianta aromatica perenne che cresce spontaneamente nelle zone montane. Con foglie piccole, oblunghe e strette di un bel verde intenso, presenta fiori piccoli di colore blu, che prendono la forma di spighe unilaterali. Conosciuto fin dall’antichità, quando gli erano attribuite anche virtù magiche, l’issopo vanta proprietà che vale la pena conoscere. Le sue sommità fiorite, ricche di tannini, flavonoidi, sostanze amare e olio essenziale, lo rendono un rimedio naturale balsamico, espettorante, diuretico e antisettico.

Pertanto, l’issopo è consigliato per combattere la tosse, gli attacchi di asma, il catarro dei bronchi e dei polmoni e come fluidificante. Non solo, è indicato anche per favorire la digestione lenta, eliminare i gas intestinali, aumentare la diuresi, mantenere il condotto urinario libero da batteri e per contrastare infezioni batteriche, infiammazioni e cistite. Dulcis in fundo, è ottimo per purificare la pelle, per alleviare gli occhi stanchi e per velocizzare la cicatrizzazione delle ferite.

olio essenziale issopo fiori
(Shutterstock.com)

Issopo: usi e controindicazioni

L’issopo si trova in commercio sotto forma di estratto secco o di olio essenziale. Per preparare un ottimo infuso non dovete fare altro che versare 1 cucchiaio raso di sommità in una tazza d’acqua bollente. Lasciate a riposo per dieci minuti, filtrate e consumate ben caldo. La tisana è ottima anche per fare gli impacchi. Questi ultimi sono efficaci contro le ferite, per purificare l’epidermide e per dare sollievo agli occhi stanchi. Non dimenticate, infine, che potete utilizzare l’infuso anche per fare i gargarismi in presenza di infiammazioni della gola. Per quanto riguarda le controindicazioni, l’issopo non presenta effetti collaterali. E’ sconsigliato soltanto alle donne in gravidanza e allattamento e alle persone che hanno sensibilità accertata verso uno o più componenti.